Browsing "Ricette di cucina"
Feb 22, 2011 - Ricette di cucina    8 Comments

Panettone con amaretti e mela grattugiata

Cara Lilli,

è da giorni che dovevo postare questa ricetta del panettone fatto il giorno di San Valentino ed ora eccola qui: non è a forma di cuore quello che ho fatto io, ma volendo, se si ha lo stampo ad hoc (e a me manca), lo si può fare in versione “romantica” 😉

E’ assai semplice  ma il gusto degli amaretti, unito alla mela, lo caratterizza e gli dona un tocco di originalità rispetto al classico panettone “neutro”. 

Le dosi le ho stabilite io basandomi su ricette già da me sperimentate e facendone un “mix” (come accade spesso!!) con la novità (per me) degli amaretti:

– 200 gr di farina 00
– 100 gr di amaretti
– 150 gr di zucchero
– 75 gr di burro
– 125 ml di latte
– 2 uova
– 1 mela (io avevo la stark)
– 1 bustina di lievito
– 1 bustina di vanillina

Ho frullato per bene le uova con lo zucchero e ci ho aggiunto poi il burro ammorbidito a temperatura ambiente.
Poi ho versato la farina e il latte a filo, mescolando sempre.
Ho passato al mixer gli amaretti rendendoli tipo farina e li ho aggiunti al composto, continuando a mescolare.
Ho sbucciato e grattugiato la mela e l’ho unita al tutto.
Infine ho aggiunto il lievito e la vanillina.
Ho imburrato e infarinato uno stampo da 24 cm e ci ho versato il composto.
In forno a 180° per 40 minuti circa (resta leggermente umido all’interno).
Morbido e profumato….mmmmm

Fotina…

Panettone con amaretti e mela grattugiata.jpg

 Se piace il sapore tipo pasta di mandorle…allora questo è un dolcetto adatto!

Buon appetito, Lilli!

Feb 12, 2011 - Ricette di cucina    11 Comments

Rustici, che passione!

Cara Lilli,

come promesso giorni fa, ecco che ti scrivo la ricetta-base che uso solitamente per fare i miei rustici: ormai è super sperimentata e mi trovo benissimo, è semplice e versatile 🙂

x l’impasto:

-500 gr di farina

-300 ml di acqua tiepida

-1 cubetto di lievito di birra

-5 cucchiai di olio evo

-2 cucchiaini di sale fino

– latte o tuorlo d’uovo per spennellare

 

X il ripieno:

a piacere salumi,verdure,tonno…formaggi solo a volte per me, dato che mio marito li detesta!

 

Impasto la farina con il lievito sciolto nell’acqua tiepida, l’olio e il sale, fino ad ottenere un impasto liscio e abbastanza sodo.

Faccio lievitare in una ciotola coperta da un canovaccio in luogo riparato da correnti d’aria (di solito nel forno con la lucetta accesa) per 1 ora. Poi sgonfio un pò l’impasto e lo rimetto a lievitare per ancora 45 minuti.

A questo punto col matterello stendo l’impasto dello spessore di un centimentro circa e lo farcisco come più mi va, poi lo arrotolo o lo intreccio o lo chiudo a torta…..insomma: mi sbizzarrisco con le forme oltre che con il ripieno!

Mentre accendo il forno e lo faccio arrivare a temperatura (200°) lascio lievitare il rustico un altro quarto d’ora. Infine lo spennello con latte o tuorlo d’uovo e lo inforno: faccio cuocere per circa 35-40 minuti, fino ad una bella doratura 🙂

Ti mostro ora  una carrellata di foto di varie versioni dei miei rustici, Lilli, con forme e ripieni diversi:

1- Rotoli: uno con ricotta e fesa di tacchino (fatto solo per me per via della ricotta) e  l’altro con tonno, olive di Gaeta, capperi e origano:

Rotoli farciti.jpg
Rotoli rustici_interno.jpg
 
 
2-Tortano ripieno di salumi misti (salame milanese, mortadella, prosciutto cotto, prosciutto crudo):
Tortano rustico.jpg
Tortano rustico_interno.jpg
 
3-Tortanetti farciti con salumi misti anche loro (non ho la foto dell’interno):
Tortanetti rustici.jpg
 
4- Tortano intrecciato ripieno di capicollo e uovo sbattuto:
Tortano intrecciato.jpg
Tortano intrecciato_interno.jpg
 
5- Fagotti con wurstel e patatine:
fagotti con wurstel e patatine.jpg
 
6-Torta agli ortaggi (carote, zucchine, melenzane, pomodorini, cipolla):
Torta rustica agli ortaggi.jpg
Torta rustica agli ortaggi_interno.jpg
 
Allora, penso che per stasera possa bastare, Lilli…Buon appetito!!!
 
 
 

 

Gen 23, 2011 - Premi, Ricette di cucina    9 Comments

Polpette di pollo…in verde! E un gradito premio…

Cara Lilli,

quando riesco a dedicare alla cucina un attimo di tempo in tranquillità (cioè se il pupetto dorme al momento “giusto” e in più la pupona è all’asilo!) cerco qualche idea diversa dal solito per non mangiare sempre le stesse cose.

Un paio di giorni fa, dovendo cucinare del petto di pollo e non volendo farlo come spesso accade alla griglia o a cotoletta, ho pensato di adoperarlo per delle polpette e di aggiungere un tocco di colore verde dato da un ingrediente “ortofrutticolo”: gli spinaci.

Ebbene: il risultato è stato davvero buono, dal gusto delicato.

Ecco le dosi che ho “studiato” io, riadattando una ricetta che avevo già trovato in rete per qualcosa di simile…

(NOTA: a me sono venute 20 polpette grandi all’incirca quanto una pallina di ping pong):

– 400 gr di petto di pollo
– 2 cubetti di spinaci surgelati scongelati a bagnomaria o passati al microonde
– 1 uovo
– 2 fettine di pancarrè o pane bauletto
– pangrattato (se occorre)
– sale
– pepe
– farina q.b.
– olio evo

Tagliare a pezzi il petto di pollo e tritarlo.
Aggiungere gli spinaci, l’uovo, il pancarrè a pezzetti, il sale e il pepe e tritare ancora per amalgamare bene il tutto. Se risulta troppo morbido il composto aggiungere un pò di pangrattato.
Formare poi le polpette, passarle nella farina e cuocerle in padella con dell’olio evo per 10-15 minuti (dipende anche dalla grandezza delle polpette) o comunque fino al grado di “doratura” desiderato

Ecco le polpette una volta cotte:

Polpette di pollo...in verde.jpg
Buon appetito, come sempre
 
NOTA: questa ricetta è prevista come cena del lunedì nel “menù settimanale n.13” del Blog Family
 
 
– o – o – o – o – o –
E prima di salutarti ho un’altra cosa da dirti, Lilli: la mia amica Frida , che ringrazio di vero cuore, mi ha girato il premio “SUNSHINE AWARD 2011” che è l’edizione di quest’anno del premio che avevo ricevuto tempo fa, se ricordi (vedi qui)
Award.jpg
Avendolo già girato la scorsa volta ad altri 12 blog secondo me meritevoli, stavolta  lo dedico a tutti i miei amici virtuali  🙂
Gen 17, 2011 - Ricette di cucina    12 Comments

W le meringhe!

Cara Lilli,

sto avendo dei problemi di connessione ad internet in questi giorni, per cui, oltre alla mancanza di tempo libero,  si è aggiunto un altro motivo per cui sono sparita da mercoldì scorso…scusa!!

Il mio pupetto cresce bene, oggi lo ha pure visitato la pediatra. Io invece sono sempre più assonnata, svegliandomi più volte e per lungo tempo ogni notte e non riuscendo a recuperare mai di giorno…è dura, ma ce la farò 😉 supererò questi primi mesi stressanti!

Intanto oggi ti voglio lasciare la ricetta delle meringhe, un dolcetto che io adoro letteralmente: ne mangerei spessissimo, di tutti i tipi, con ogni variante!!

Avevo una specie di timore nei confronti delle meringhe, cioè credevo di non saperle realizzare bene e non volevo provare mai a prepararle, ma poi sul blog della bravissima Elena-Gnamgnam lessi lo scorso anno la ricetta e mi decisi a tentare….e l’esperimento andò bene 🙂

Da allora le ho fatte varie volte (specie per consumare i bianchi d’uovo restanti da altre ricette che richiedono solo i tuorli) e se devo essere sincera in un paio di occasioni non mi sono venute alla perfezione, perchè è facile che si smontino e quindi si appiattiscano durante la cottura, ma comunque di sapore sono state sempre ottime 😉

Ecco la ricetta per le meringhe classiche così come la riporta Elena nel suo blog:

– 2 albumi a temperatura ambiente

– 160g di zucchero (semolato o a velo, come preferite)

In una terrina mettere gli albumi.

Montare a neve ben ferma.

Aggiungere lo zucchero un cucchiaio alla volta, continuando a lavorare con le fruste.

Mettete della carta da forno su una teglia e con una sac à poche fate le vostre meringhe.

Mettere in forno preriscaldato, ventilato, a 70°-80° per un’ora circa.

Temperatura e tempo di cottura dipendono dalla grandezza delle meringhe e dal vostro forno.

Io, non avendo il forno ventilato, metto in atto un “trucco” letto non ricordo dove: lascio lo sportello del forno leggermente aperto, per favorire la fuoriuscita dell’umidità 😉

Ed eccoti una “rappresentanza” delle mie meringhe, Lilli 🙂

Meringhe.jpg

Poi, per variare un pò il gusto, una volta ho aggiunto allo zucchero 2 cucchiai di farina di cocco e per finire, una volta cotte, ho unito le meringhe a due a due come i “baci di dama” farcendole con della nutella….che deliziaaaaaaa 🙂

Meringhe cocco e nutella.jpg
 
 
 
Bene….alla prossima ricetta, Lilli!

Buon compleanno, amore…e buona crostata!

 

Cara Lilli,

perdona l’assenza di questi ultimi giorni, ma avrai intuito che sono in pieno “caos” da rientro a casa dopo il parto 😀

Insomma, si dorme maluccio, si pensa prevalentemente a pannolini e poppate, a tutine e body da lavare….con l’altra pupa lì che guarda il tutto (fratellino, compreso) un pò sorridente e un pò perplessa allo stesso tempo… Ma dedicherò un post quanto prima alle novità di casa mia, non temere, aggiornandoti sul fagottino che è arrivato a portare allegro “scompiglio” in famiglia.

Oggi desidero invece fare parlare un attimo della persona speciale che vive al mio fianco e che amo da morire: infatti, è il compleanno di mio marito!

AUGURISSIMI CON TUTTO IL CUORE, AMORE MIO!!!

FELICE COMPLEANNO!!!

A dire il vero, non sono riuscita a comprargli nessun regalino, dato che non sono proprio uscita in questi giorni con il gran freddo e col cuccioletto appena nato, ma almeno ho pensato di preparagli un dolcetto: una crostata alla nutella!

La ricetta della pasta frolla è di Patryval. La scelta di farcirla con la nutella è mia 😉

270 gr farina 00

100 gr zucchero

150 gr burro

5 gr sale

25 gr tuorli d’uovo ( nota mia:io ne ho usati 2 )

25 gr latte

10 gr miele

limone o arancia grattugiata

1 bustina vanillina

Per la farcitura:

nutella a piacere (io ne ho usato circa 200 gr)

 

Ho impastato tutti gli ingredienti per bene, fino ad ottenere una palla compatta e abbastanza morbida. L’ho fatta riposare una mezz’ora in frigo avvolta nella pellicola per alimenti.

Poi l’ho stesa col mattarello  (conservandone una piccola parte per le decorazioni) ed ho foderato una teglia di 24 cm di diametro imburrata e infarinata.

Ho bucherellato la pasta frolla, l’ho farcita con uno strato di nutella ed infine ho decorato con dei cuori fatti con la frolla messa da parte. Si…invece delle classiche strisce ho preferito una cosa più romantica, dato che la crostata era per il mio amore 🙂

Ho infornato a 180° per circa 25 minuti nella parte medio-bassa del forno.

Ed ecco il risultato, Lilli:

Crostata alla nutella.jpg

Mio marito è un uomo intelligente e sensibile e mi sa dare tanta forza e tanta gioia: sono fortunata ad averlo al mio fianco, Lilli!

Gli auguro ogni cosa che il suo cuore desidera perchè merita davvero di veder realizzati i suoi progetti, qualunque essi siano…dal più piccolo e magari un pò banale al più grande e importante.

Ancora AUGURI, tesoro mio….e buona crostata 😀

Pagine:«1...678910111213»