Mar 10, 2012 - Iniziative, libri e fumetti    21 Comments

Marsilio Editori: nuovo gruppo di lettura con sorpresa

Cara Lilli,

La Marsilio Editori lancia una nuova iniziativa e io la rendo nota così se chi passa di qui è interessato può aderire subito: stavolta ci sarà un gruppo di lettura per il nuovo romanzo giallo di Giovanni Ziccardi L’ultimo hacker con i commenti alle varie tappe da lasciare sul blog della Marsilio, ma in più c’è anche una bella sorpresa…un premio!

Alla fine della lettura condivisa, ogni blogger partecipante potrà scrivere una recensione sul proprio blog e segnalarla nel post della terza tappa: tra tutte verrà scelta la recensione più bella e il blogger che l’ha scritta avrà la possibilità di trascorrere due giornate a Perugia al Festival Internazionale del Giornalismo affiancando proprio Giovanni Ziccardi e assistendo con lui a tutti gli eventi cui prenderà parte in quei giorni!

Per chi volesse saperne di più sulle date e sulle modalità tutto è ben spiegato qui: http://blog.marsilioeditori.it/2012/03/09/per-vincere-una-notte-a-perugia-leggete-con-noi/

Marsilio Editori: nuovo gruppo di lettura con sorpresaultima modifica: 2012-03-10T09:28:08+01:00da maris-73
Reposta per primo quest’articolo

21 Commenti

  • Ciao carissima. Ti avevo scritto un lungo commento da me su questo argomento, ma poi ho visto che ne avevi parlato direttamente, e allora ti espongo direttamente qui le mie perplessità. Da un lato so che lui è bravo. e di queste cose ne sa, quindi penso potrebbe essere interessante leggerlo (il suo libro sull’hackerismo, più di sociologia, è comunque sicuramente interessante da conoscere e dice cose che fanno pensare); dall’altro però essere un bravo professore e scrivere un buon saggio non garantisce di saper scrivere bene narrativa (anche se da questo punto di vista mi dico: e allora proviamolo!). Questo per quanto riguarda l’argomento. Ma ciò che mi lascia davvero perplessa questa volta è la strategia di pubblicità. La prima volta il libro gratis e risposte personalizzate all’e-mail. La seconda un mail circolare e poi raccolta delle nostre opinioni e poi gruppo di lettura con libro a prezzo di favore. Questa volta nessuno sconto sul libro, mail in copia/incolla dal sito, senza altri ‘ma’. L’impressione è che si volesse raccogliere i nostri mail e farne uso man mano, una volta fidelizzato il lettore, con meno spreco di energie dal punto di vista della propaganda. Ma è soprattutto il premio finale a essere fumoso e vorrei che ne fossero esplicitati i criteri. Che cosa vuol dire “la recensione più bella”? Chi lo decide? Se lo decide la Marsilio stessa non vorrà dire automaticamente che sarà scelta tra quelle positive? E il fatto di mantenere fumosa questa parte non è appunto per procurarsi recensioni positive a prescindere nella speranza di avere il premio? (Se ci pensi nel caso del libro regalato uno era più libero, tanto il regalo lo aveva già avuto). Oltre tutto questa della recensione più bella è una variazione sulla proposta che avevo fatto io ai tempi del sondaggio prima di leggere Farinetti. Peccato che nella mia proposta si parlasse di votazione tra i blogger o commissione ‘mista’. Così non mi piace, e proprio per questo non pubblicizzerò l’iniziativa da me. Stavo valutando invece di chiedere chiarimenti sul loro blog nel commento, per vedere che cosa mi dicono.

    • Ammetto di essere rimasta sorpresa anche io per il fatto che stavolta non ci fosse nessuna mail di preavviso, nè personalizzata, nè sconti di sorta sul libro per i partecipanti all’iniziativa. Tra l’altro l’idea del gruppo di lettura l’ho data io a Martina la scorsa volta.
      Ho ritenuto di pubblicare lo stesso questo post perchè magari a qualcuno può interessare la cosa, però in effetti il discorso de “la rencensione più bella” è molto soggettivo pur non volendo pensar male che scelgano solo in base alla positività della recensione stessa.
      Beh….io oramai ho fatto la mia parte. Chi riterrà opportuno partecipare lo farà.
      Io tra impegni vari, libri in attesa e non molto entusiasmo per questo romanzo proposto (ho pure letto che ci sono vicende legate ad un giro di pornopedofilia e io di queste cose davvero non riesco a leggere nulla,ho gli incubi…) starò a guardare come si svolgeranno le cose. Di certo sono curiosa di leggere cosa ti risponderanno (ho letto il tuo commento sul blog Marsilio) e di valutare poi a fine iniziativa i comportamenti vari.
      Così da essere più pronta in futuro a scegliere se aderire o meno ad altre eventuali iniziative.
      Grazie per le riflessioni che mi hai fatto fare, ‘povna…Tu sei attenta e scrupolosa, sono contenta di poter scambiare opinioni con te.
      Un abbraccio!

  • Buon week end…

  • Se sei su FB, ti consiglio una pagina…

    https://www.facebook.com/#!/SoniaPeronaciLive

    • Non ci sono su FB ma uno sguardo l’ho dato per quello che posso vedere non registrandomi….è molto interessante, grazie per la segnalazione!

  • Maris cara io ti auguro di vincere 🙂 sei molto brava nella scrittura e quindi te lo meriteresti!
    buon weekend!
    un bacio a te e ai pupottini

    • Chanina grazie! Ma se leggi nella risposta al commento della ‘povna io non penso di partecipare, ho solo fatto pubblicità all’iniziativa perchè potrebbe interessare a qualche blogger che passa di qui a leggere 😉

  • Io questo giro salto, ho poco tempo purtroppo e poi da quanto ho letto nei commenti c’e’ qualcosa di poco chiaro.
    Resto comunque coinvolta da queste iniziative che apprezzo sempre tantissimo!
    Buon sabato sere Maris 🙂

    • Ciao Lacrima! In realtà è che stavolta l’iniziativa è stata proposta in modo diverso e a condizioni diverse dalle precedenti e che forse il criterio di valutazione e chi valuterà le recensioni sono cose che non sono state ben definite.
      comunque si, è bello che ci siano iniziative che coinvolgono e involgiano alla lettura 🙂

  • Grazie della segnalazione! una cosa interessante: adesso vedo se riesco a partecipare!
    baci baci

  • Ho iniziato a leggere “Senza sangue” di Alessandro Baricco.

    ciao

    • Io non ho ancora letto nulla di Baricco…penso sempre di provare con Seta, tu per caso l’hai letto? Lo osannano e lo odiano…chissà io cosa ne penserei,prima o poi lo affronterò.

  • Accadono cose che sono come domande.
    Passa un minuto, oppure anni, e poi la vita risponde.

    Alessandro Baricco, Castelli di Rabbia

  • ciao Maris,
    io ho visto questo nuovo gruppo di lettura sul sito dell’editore e ho anche detto che parteciperò… però, in realtà pensavo di prenderlo in biblioteca. Quando ho visto che il libro è nuovo e non c’è questa possibilità ho quasi cambiato idea. Non so, mi sembra un modo per vendere copie.
    Io normalmente non compro i libri, li prendo in prestito, anche per questioni economiche (secondariamente anche per questioni di spazio).

    Per quanto riguarda il premio, per me è l’ultimo dei problemi, non avrei partecipato per vincere, ma perché mi piace l’idea del gruppo di lettura e della condivisione.

    Attendo sviluppi… terrò d’occhio il sito dell’editore. Certo, almeno lo sconto potrebbero farlo

    • Anche io non compro molti libri per i tuoi stessi motivi (soldi e spazio) e stavolta credo che passerò….ma non tanto perchè il libro si deve per forza comprare, è proprio che non mi attira molto. Comunque Martina Daraio ha risposto alla ‘povna sul blog Marsilio per chiarire alcuni dubbi, non so se lo hai già letto.
      Ciao, buona domenica!

  • La verità è che si vedono e si sentono e si toccano così tante cose…
    è come se ci portassimo dentro un vecchio narratore
    che per tutto il tempo continua a raccontarci una storia mai finita e ricca di mille particolari.
    Lui racconta, non smette mai, e quella è vita.

    Alessandro Baricco, Castelli di Rabbia

    • Citazioni che mi fanno almeno capire che Baricco sa scrivere cose emozionanti. Magari è la volta buoma che mi cimenterò nella lettura di qualcosa di suo…

  • @Aliceland: non credo sia questione di partecipare per il premio, ma di non farsi fidelizzare per diventare consumatori. La stessa casa editrice ci dice che il suo contributo questa volta non è per far leggere un libro scontato a più persone ma per un unico grande premio finale.
    Questo premio è giudicato dall’autore. Come abbiamo già visto l’altra volta, almeno in linea teorica (Ziccardi è un docente, quindi questo forse questa volta potrebbe non esserci), l’autore non è portato a rispondere a critiche o dubbi critici anche argomentati con educazione (la parte di intervento dell’autore l’altra volta è stata parlante in questo: solo risposte emotive e francamente poco articolate, nessuna tentazione di approfondire un discorso critico, nel doppio senso di critica letteraria e qualche dubbio, sul suo scritto).
    Questo mi porta a dire che si rischia di generare una corsa alle recensioni positive, almeno in parte, forse persino inconsciamente ‘drogata’ dal pensiero del premio finale.
    Ma anche se non ci fosse, mi pare che comunque la parte di incentivo democratico alla lettura (sconto sul libro) sia stata sostituita dalla parte: incentivo all’elogio.

    Ciò detto a proposito del metodo, nel merito la mia perplessità aumenta perché io il saggio sull’hackerismo di Ziccardi l’ho letto, e mi è piaciuto. Rappresenta dunque un autore che aveva incontrato il mio interesse a prescindere dall’iniziativa. Vediamo.

    @Maris: Ho visto la risposta: Martina come al solito è stata gentilissima. Sulla questione del giudizio, come scrivevo ad Aliceland, le perplessità ci sono lo stesso (anche se il fatto che Ziccardi sia anche un docente che scrive – buona – saggistica mi sembra comunque un fatto positivo).

    • Certo ciò che dici ha un senso, hai analizzato sfumature che sfuggono a chi non riflette bene. Comunque, vedremo che risonanza avrà l’iniziativa e che grado di partecipazione ci sarà…seguirò l’andamento delle cose con curiosità.
      Un bacione ‘povna cara!

Lascia un commento