Ott 20, 2011 - Figli    6 Comments

Metti una “notte bianca”…

Cara Lilli,

hai presente le “notti bianche”? Quelle che ora vanno tanto di moda, quando i negozi restano aperti fino a tardi, oppure i musei ecc??

Bene: io la scorsa notte ho fatto una mia personale “notte bianca”….e sai perchè?

Ti dò la possibilità di scegliere tra 3 risposte (mi sento un pò un mix tra Carlo Conti e Jerry Scotti, però in gonnella!!)

1) perchè ho guardato tutta la trilogia de “Il Signore degli Anelli” senza interruzione;

2) perchè ho impastato, infornato e sfornato dolci e rustici di ogni tipo per farne una scorta buona per un mese;

3) perchè la monella riccioluta ha deciso che non era il caso di sprecare la notte a dormire, quando si poteva stare sul divano, ridere, piangere, giocare con i pupazzi, guardare un cartone ecc.

Tic tac, tic tac, tic tac….il tempo scorre….ti restano pochi secondi per rispondere, Lilli!

Tic tac, tic tac, tic tac…

Tempo scaduto!!!

La risposta giusta era….rullo di tamburi….la numero 3!!!

NOOOO, ma davvero??? Chi lo avrebbe mai detto!!!

Va beh….sono un tantino ironica, ma concedimelo Lilli, dopo la nottataccia che ho passato….me tapina!

Ti vado ad illustare gli orari che hanno scandito le mie attività notturne: io e mio marito abbiamo spento la luce sul comodino alle 23:30, alle 23:45 ecco la monella che arriva in camera nostra tutta scocciata e piagnucolante…allora mi alzo, l’accompagno in camera sua, la rimetto nel lettino, tra pianti e strepiti, le sto vicino, le dò un pupazzo (intanto si affaccia mio marito, ma gli dico di tornare a dormire, lui deve stare tutto il giorno in ufficio il giorno dopo, per cui meglio che dorma)…le canto delle canzoncine, non potendone più le faccio vedere pure un mini-cartone (Barbapapà, che dura meno di 5 minuti) dal PC che è proprio in camera sua….fino a che si riaddormenta…ed è l’una e trentatre minuti quando torno nel mio lettone, con gli occhi che si chiudono da soli.

Sono nel sonno più profondo quando mi sento toccare da una manina…oddio, penso, è già mattina e la monella si svegliata! Accendo la lucina, la monella in effetti è lì accanto al lettone, ma non è mattina…l’orologio segna le 2:15!!! Aiutoooooo!!! Ho dormito si e no 40 minuti….povera me!

Stavolta si va nel soggiorno, nel lettino non se ne parla proprio….io pur di farla addormentare vado a stendermi accanto a lei sul divano….altre coccole, meno pianti, più risatine e gridolini, un accenno di sonno ogni 10 minuti ma poi ci ripensa….poi crolla…quando le coperte del mio lettone mi riaccolgono e gli occhi non si reggono più aperti l’orologio dice che si sono fatte oramai le 3:44…!!!

Dormo, ma agitata, mi sembra sempre di sentire i passi della monella nel corridoio….ad un tratto, la ciliegina sulla torta ce la mette l’homo monellus erectus: si sveglia frignettante, come fa quando ha voglia di  lattuccio caldo….mi alzo tipo automa, lo prendo dalla culla e lo porto in cucina, mentre l’orologio segna le 5:20…

Alle 6 circa tutto tace, l’homo monellus è di nuovo in culla a fare ninna, la monella sembra dorma profondamente….io mi riappoggio nel lettone, ma nonostante sia distrutta sono allo stesso tempo così innervosita che a stento mi riappisolo un pò.

Alle 7:20 riecco i rumori dal corridoio: la monella è sveglia, stavolta definitivamente…e quasi in contemporanea suo fratello mi fa “cucù” dalla culla…

Sveglio anche mio marito, tanto lo avrei fatto dopo poco comunque….e la nuova  giornata ha inizio….via a fare colazione, tutti belli allegri e soprattutto riposatissimi….specialmente la sottoscritta!!!

I figli….come dico sempre io, se non ci fossero bisognerebbe inventarli….un pò più dormiglioni magari però, per pietà!!!

Metti una “notte bianca”…ultima modifica: 2011-10-20T15:36:00+02:00da maris-73
Reposta per primo quest’articolo

6 Commenti

Lascia un commento