Set 23, 2011 - libri e fumetti    6 Comments

I venerdì del libro (55°): VOGLIA DI BENE

Cara Lilli,

proprio poco fa ho terminato di leggere il libro che voglio proporti oggi per l’iniziativa di Paola di HomeMadeMamma. Si tratta di VOGLIA DI BENE (1978) di M.Scott Peck, psichiatra e psicoterapeuta statunitense.

E’ un libro che mi è particolarmente caro perchè la mia mamma lo apprezzava tantissimo e lo ha più volte regalato a parenti e amici. Io in realtà non lo avevo mai letto tutto quanto, solo qualche stralcio.

Quest’estate mi è tornato tra le mani e ho deciso finalmente di leggerlo. Ci ho messo del tempo perchè leggevo nel frattempo altri libri e poi perchè mi piaceva meditare un pò sui vari passaggi del libro.

Mi è piaciuto molto, Scott Peck ha un modo di scrivere abbastanza agevole, nonostante l’argomento abbia mille sfaccettature (il sottotitolo recita: “Una guida alla nuova psicologia dell’amore, dei sentimenti e del bisogno spirituale”) e riporta molti casi pratici, storie di suoi pazienti, così da rendere in qualche modo “concreto” il suo discorso.

Ci sarebbe tanto da dire ma trovo che  ciò che è scritto su all’interno della copertina del libro stesso faccia ben comprendere di che libro stiamo parlando, Lilli:

Voglia di bene

 

<<Nessuno, dai tempi di Erich Fromm, ha saputo parlare di amore con la profonda umanità e l’acuta consapevolezza che caratterizzano il libro di M. Scott Peck, best-seller assoluto negli Stati Uniti dove da anni continua ad avere un ininterrotto successo di vendita.

L’autore, psichiatra e psicoterapeuta, valendosi anche della sua esperienza professionale, esamina i diversi modi in cui affrontiamo i problemi affettivi. Per evitare le situazioni più difficili, la soluzione generalmente adottata è la fuga, che spesso si traduce in un dolore maggiore e, soprattutto, che non consente di raggiungere una maturità personale e spirituale.

Solo vivendo con serenità e con coraggio l’amore fatto di rispetto per se stessi e per gli altri, di controllo della propria possessività, di interruzione dei meccanismi di dipendenza reciproca, di comprensione verso i nostri simili, arriveremo a capire i nostri simili, arriveremo a capire noi stessi e gli altri.

In un mondo dominato dalla superficialità e dalla diffidenza, in una società che isola gli individui nei loro singoli egoismi, Voglia di bene, definito unanimemente «il nuovo vangelo dell’amore», è un vibrato appello ai sentimenti, un incoraggiamento a vivere gli affetti senza paura e più intensamente, è un grande abbraccio all’umanità.>>

 

[dal retro della copertina]

<<M Scott Peck ha il raro dono di saper collegare questioni di ampia portata con i problemi della vita quotidiana. Ivita il lettore a esplorare i sentimentie gli stati d’animo più diffusi, in particolare il bisogno di consenso, il complesso di colpa e la vulnerabilità.>> (Publisher Weekly)

<<E’ più di un libro, è un atto di pura generosità.>> (Washington Post)

<<Il pregio di VOGLIA DI BENE è nella chiarezza con cui identifica il processo della crescita spirituale con quello della crescita mentale. Queste pagine sono ricche di freschezza e di originalità.>> (The Wall Street Journal)

 

Stavolta vado un pò di fretta, non ho tempo di fare l’elenco dei blog che partecipano all’iniziativa questo venerdì, ma si possono trovare tutte le proposte qui sul blog di Paola 🙂

I venerdì del libro (55°): VOGLIA DI BENEultima modifica: 2011-09-23T18:07:00+02:00da maris-73
Reposta per primo quest’articolo

6 Commenti

  • Molto interessante questo libro, mi piacerebbe leggerlo.
    Buona serata. Bacioni

  • Non è un libro come tanti, in effetti. Merita attenzione.
    Buona serata a te Mira carissima 🙂

  • Ciao carissima Maris, prima le ferie e poi il pc rotto mi hanno tenuta lontano dal tuo blog ma ora sono tornata :o) Grazie come sempre delle segnalazioni dei libri e, se ti consola, so benissimo cosa significa cambiare un pannolino a un piccolo omino michelin che rotola e gattona da tutte le parti! :o))))
    Un abbraccio e buon we!
    cri

    • Mi mancavi, infatti, Cri!
      Grazie a te per i tuoi commenti e anche per la solidarietà riguardo all’essere che gattona ovunque 😀 eheheh

  • In questo periodo sono più orientata sui romanzi che sui saggi comuque lo terrò presente per momenti più riflessivi. Grazie

Lascia un commento