Ago 26, 2011 - libri e fumetti    11 Comments

I venerdì del libro (51°): IL PIFFERAIO MAGICO

Cara Lilli,

era da un pò di tempo che nell’ambito dell’iniziativa di Paola di HomeMadeMamma non ti parlavo di uno dei testi del mio autore preferito….devo ricordarti chi è? Ma si, certo! Michael Ende.

Stavolta ti propongo un piccolo libro in versi che ripropone un’antica leggenda: IL PIFFERAIO MAGICO – danza macabra in undici quadri.

Ende, rivisitando questa storia notissima le cui origini si fanno risalire al Medioevo, la rende nuova, la trasforma in una “favola moderna”, surreale come solo Ende sa rendere le favole, che io credo adatta ai ragazzi (anche quelli un pò cresciuti come me!) più che ai bambini.

Chi ama Ende  ed il suo genere di storie non può far mancare questo testo nella propria libreria!

Ove mai qualcuno non ne sapesse nulla, posso riassumere la vicenda dicendo che ad Hamelin si verifica un’invasione di topi e per disinfestare la cittadina viene incaricato un misterioso personaggio, un pifferaio che ammalia i topi con la sua musica. Quando però egli non viene pagato come stabilito, per punire i cittadini di Hamelin incanta sempre col suo piffero i loro bambini e li porta con sè non si sa dove…

 

 

<< In nome di Dio ascoltate,

voi d’altre epoche e contrade:

quel che a Hamelin è accaduto

noi l’abbiam udito e veduto.

Se ve l’hanno giòà raccontato

il peggio vi è stato celato.

Testimoni delle paure

di tante innocenti creature

diremo con sincerità

tutta l’amara verità.

Date retta, fate attenzione:

e ognun ne tragga la lezione.>>

 

I venerdì del libro su altri blog:

I venerdì del libro (51°): IL PIFFERAIO MAGICOultima modifica: 2011-08-26T12:20:00+02:00da maris-73
Reposta per primo quest’articolo

11 Commenti

  • ammetto l’ignoranza: non lo conosco, però mi sembra interessante, magari lo cerco in biblioteca.

  • Anche io devo dire di non conoscere questo libro. Comunque prendo nota perchè mi hai proprio incuriosita a dovere!

    • Stefy purtroppo ancora non mi riesce di commentare nel tuo come in altri blog su piattaforma blogger…eppure l’account google io ce l’ho, ma è come se non mi “riconoscesse”!!! uffaaaaaaaa 🙁

  • @ Monica:) e Stefania: E’ certamente uno dei testi di Ende meno noti rispetto ai classici “La Storia Infinita” o “Momo”, ma a me piace tanto! Un pò triste, non facilissimo da leggere (perciò ho detto che non è adatto ai bambini!) ma per me bello.

  • Grazie di questa tu recensione, sai forse regalerò quel libro alla mia nipotina più grande che diventa adolescente…

    Soffri così tanto il caldo cara amica, poverina… Io sono abituata a un clima caldo e soffro di più il freddo , qua al nord penso che sia più intenso.

    Ti auguro tanti giorni di felicità quante sono le gocce del mare e tanto amore quante sono le stelle in cielo. Buon fine settimana!

  • E’ una delle favole che ho letto sempre volentieri ai miei figli, li appassionava la storia ed io mi prodigavo a spiegargli la morale, almeno quella che intendo io e cioè che senza bambini non c’è futuro, in nessuna parte del mondo, a loro piaceva sentirsi così importanti……………….ed a chi non piacerebbe?
    Così come sottolineavo il fatto che le promesse vanno mantenute, infatti non gliel’ho mai fatte, quando mi chiedevano qualcosa che a priori sapevo di non poter mantenere rispondevo con un vago “vediamo”. Certamente non erano contenti della mia risposta però non correvo il rischio di deluderli.
    Sono contenta che piaccia anche ad una giovane mamma come te 🙂

    • Si, mi piace! E mi piace anche ciò che hai detto sui figli e sulle promesse da mantenere: mai illudeli, questo è un concetto che condivido!

  • forte Ende..

    • Spero che leggerai la mia risposta al tuo commento, Cooksappe….perchè ora ho crecato di lasciare un mio commento sul tuo blog e non ci sono riuscita perchè da tempo ho problemi con il mio account google, che spesso non mi “riconosce” i commenti e mi va in “errore”….uffaaaaa!!!
      Scusa quindi se non mi trovi tra i tuoi commentatori, ma sarò senz’altro almeno tra i lettori 🙂

  • Ciao e grazie della visita e del commento!
    Mi fa piacere che su Ende la pensi come me 🙂

Lascia un commento