Ott 8, 2010 - libri e fumetti    6 Comments

I venerdì del libro (21°): SOSTIENE PEREIRA

Cara Lilli,

proprio stamattina ho avuto un quarto d’ora per terminare il libro che voglio proporti seguendo anche questo venerdì l’iniziativa di Paola Di HomeMadeMamma: si tratta di “SOSTIENE PEREIRA” di A.Tabucchi.

L’ho “rubato” dalla libreria a casa di mia madre, che è stracolma di testi….tutti interessanti!

Comunque, ammetto che dopo le prime pagine mi stavo un tantino annoiando. Il ritmo della narrazione mi sembrava un pò lento e non mi aveva ancora coinvolto. Ma poi, invece, andando avanti man mano mi è parso di conoscere e comprendere sempre meglio questo protagonista (il dottor Pereira del titolo) all’apparenza piuttosto banale, vedovo, grasso, non più giovane, cattolico praticante ma non troppo, che pensa più che altro ai fatti suoi e non vuole saperne di ciò che che accade nel mondo intorno a lui perchè ne ha troppa paura forse….

Tanto è vero che, ex giornalista di cronaca nera, si è poi rifugiato nel mondo della letteratura dirigendo la pagina culturale di un piccolo giornale di Lisbona, pur di non occuparsi degli avvenimenti che stanno sconvolgendo l’Europa e il suo stesso Paese: siamo nell’estate del 1938, in un Portogallo che, pur conservando una neutralità di facciata, segue le orme della Spagna del generale Franco e si ispira agli ideali fanatici e nazionalisti di Germania e Italia.

L’incontro con un giovane attivista e la sua fidanzata, che cercano di lottare contro il regime Salazarista, però gli sconvolgerà la vita, portandolo ad una presa di coscienza sempre più profonda.

Ecco: è un romanzo che parla della storia di un uomo comune per raccontare in realtà la Storia con la “esse” maiuscola.  Io lo consiglio, mi è piaciuto.

image_book_Pereira.jpg

 << Sostiene Pereira di averlo conosciuto in un giorno d’estate. Una magnifica giornata d’estate, soleggiata e ventilata, e Lisbona sfavillava. Pare che Pereira stesse in redazione, non sapeva che fare, il direttore era in ferie, lui si trovava nell’imbarazzo di mettere su la pagina culturale, perchè il “Lisboa” aveva ormai una pagina culturale, e la avevano affidata a lui. (…) E per caso, per puro caso, si mise a sfogliare una rivista. Era una rivista letteraria ma aveva anche una sezione di filosofia.>>

 

I venerdi’ del libro su altri blog

Nati per delinquere

Un viaggio qui un viaggio la’

Supermamma

Bryce’s House

Coccole di rugiada

Lavoretti e non solo

Il sorriso dei miei bambini

I venerdì del libro (21°): SOSTIENE PEREIRAultima modifica: 2010-10-08T11:15:00+02:00da maris-73
Reposta per primo quest’articolo

6 Commenti

  • Sostiene Pereira…quanti ricordi…era un libro di quelli “da leggere” durante i compiti delle vacanze.
    Erano i compiti più belli!

  • Ammetto di non averlo mai letto, pur avendolo sentito nominare spesso, quindi sarà un impegno per il mio futuro, mi riprometto di trovare il l’ispirazione per leggerlo!
    Grazie cara, buon week-end!

  • @ Frida: sono contenta….ti ho suscitato bei ricordi dunque 🙂

    @ Erica: te lo consiglio e poi forse dalla recensione posso aver dtao l’idea di un testo pesante, ma in realtà scorre abbastanza bene dopo le prime pagine, si legge con piacere se entri nel vivo della storia! per me almeno è stato così 🙂

  • ciao Maris bello
    bello il libro, io adoro i libri che parlano di quel tratto di storia, infatti anche io ne sto leggendo uno (lo iniziato in ferie) il titolo e: AMA IL PROSSIMO TUO di ERICH M. REMARQUE un libro bellissimo, che parla degli emigrati dalla Germania, emigrati Ebrei senza passatoporto xke gli e stato tolto il diritto di avere una terra, e davvero bello, non so se lai mai letto…in caso che non lai mai letto te lo consiglio xke e un libro davvero bello. Un bacio e buon week amika mia kissssssssssssssssssssssssssss tvttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttb

    Marco

  • @ Marco: ti ringrazio per la segnalazione di questo libro che stai leggendo 🙂 buonissimo weekend anche a te, amico mio!!!

  • auguri 😀

Lascia un commento