Lug 16, 2010 - libri e fumetti    4 Comments

I venerdì del libro (11°): TRE UOMINI IN BARCA

Cara Lilli,

ecco che torna l’iniziativa di Paola di HomeMadeMamma ed stavolta ti voglio far fare un tuffo nel passato…..indietro nel tempo fino al lontano 1889: infatti, il libro che ho scelto questo venerdì è TRE UOMINI IN BARCA (per tacer del cane) di Jerome Klapka Jerome.

L’ho letto per la prima volta una ventina di anni fa e mi ha fatto ridere fin dalle prime pagine: si tratta di un romanzo impregnato del tipico umorismo all’inglese che a me piace tantissimo. Nonostante sia così “datato” conserva ancora oggi un suo fascino ed una sua attualità.

L’autore racconta in modo memorabile le tragicomiche disavventure sue e di due suoi amici durante una vacanza risalendo in battello il Tamigi, in compagnia del fido cane Montmorency. 

Ripeto: è improntato tutto su un genere di umorismo che capisco bene possa non piacere ad alcuni, risultando addirittura banale o noioso. Ma io l’ho adorato tanti anni fa e continuo ad adorarlo adesso, se mi capita di rileggerne qualche passo!!

 

image_book_8.jpg

 <<Passammo al problema viveri. Disse George: “La colazione per prima. Occorrerà una padella…”. Harris lo interruppe: la padella per lui era poco digeribile. Venne pregato di non fare il cretino.>>

<< Harris propose per colazione uova strapazzate che avrebbe egli stesso cucinate. Si diceva  uno specialista in materia; a sentirlo era una celebrità. […] Dopo numerosi tentativi, in cui gli abiti che indossava corsero seri pericoli, Harris riuscì a far giungere in padella mezza dozzina di uova. Cominciò quindi a mescolarle con una forchetta. E’ incomprensibile come facesse a scottarsi continuamente le mani: lo vedevamo abbandonare di colpo la forchetta e mettersia saltellare intorno ai fornelli, agitando le dita e imprecando. Ritenemmo che si trattasse di danze connesse con l’arte culinaria; infatti non conoscevamo le uova strapazzate e perciò non escludevamo che esse costituissero un piatto in uso fra i pellerossa o fra gli indigeni delle Hawai, un piatto la cui preparazione richiedeva danze ed esorcismi. […] Lo spettacolo era divertente, peccato che non durasse a lungo!>>

 

 I venerdì del libro su altri blog:

Mamma Claudia e le avventure del topastro

Mamma Uffa

Mamma di Fretta

Nati per delinquere

Coccole di rugiada

Lavoretti e non solo

 

 

I venerdì del libro (11°): TRE UOMINI IN BARCAultima modifica: 2010-07-16T16:08:00+02:00da maris-73
Reposta per primo quest’articolo

4 Commenti

  • Bellissimo
    Alla battuta sulla padella sono scoppiata a ridere e Nonno Francesco ha pensato che fossi folle 🙂
    Questo libro devo recuperarlo assolutamente!
    Baciottoni

  • @ Paola: immagino la faccia di Nonno Francesco 🙂 comunque ho scritto poche righe ma ci sono un mare di battute simpaticissime nel libro….vedi se lo recuperi, ti divertirai!!

  • l’ho letto….questo l’ho letto anche io. E’ stata una lettura obbligata, a scuola, ma lo ricordo con piacere. MI è davvero piaciuto….e me ne ero scordata.
    Grazie per aver riportato alla luce questo libro….

  • @ Nene: finalmente un libro che abbiamo letto entrambe!!!

Lascia un commento