Browsing "Feste e ricorrenze"
Gen 5, 2012 - amore, Feste e ricorrenze    15 Comments

Il mio amore trentacinquenne

Cara Lilli,

oggi il mio amore ha tagliato il traguardo dei 35 anni…non è più un ragazzino neppure lui, eh! Mica invecchio solo io 🙂

A parte gli scherzi, per sua sfortuna non è un compleanno da ricordare tra i migliori, capita in giorni in cui siamo tutti acciaccati da un virus gastrointestinale e proprio lui più di noi altri ne ha subito le conseguenze, quindi niente festeggiamenti in grande stile, niente pranzetto o cena speciali o dolci per oggi, ma domani, chissà…vedremo!

Però una sorpresina gliel’ho voluta fare: stamattina sono uscita per una commissione (lui è in ferie per qualche giorno quindi è restato a guardia dei monelli) e non avendo avuto modo nei giorni scorsi di comperare un regalo ho rimediato prendendogli un bell’accappatoio, dato che i suoi due attuali sono alquanto usurati.

Una volta rientrata, con la scusa proprio di dover riparare una scucitura di uno dei vecchi accappatoi gli ho fatto notare quanto fossero ridotti maluccio e lui ha commentato: “Infatti, un accappatoio nuovo lo dovremmo proprio comprare!”. Al che io ho preso la busta col regalo e gli ho detto: “Detto…fatto!” e lui si è messo a ridere perchè ha capito che gli avevo gettato l’amo e aveva abboccato subito 😉

Insomma, un compleanno un pò in sordina, ma pur sempre un compleanno, no? e dunque…

AUGURI AMORE MIO !!!

 

Dic 30, 2011 - Feste e ricorrenze, ricordi    38 Comments

C’è stato un tempo…(memorie di San Silvestro)

Cara Lilli,

c’è stato un tempo, tanto tempo fa, in cui l’attesa per la notte di San Silvestro era speciale. Non era la stessa attesa che c’è oggi in me, non perchè io ora non sia felice di brindare con mio marito e i miei bimbi all’arrivo di un nuovo anno da vivere insieme, ma perchè un tempo era diverso…non è facile spiegarlo a parole.

C’è stato un tempo, tanto tempo fa, in cui il 31 dicembre a casa mia si pranzava presto. Un pranzo frugale a dire il vero, normalmente senza pasta nè carne, quasi sempre con patate all’insalata e uova sode, in attesa del gran cenone a casa di mia zia, la sorella di papà.

C’è stato un tempo, tanto tempo fa, in cui a partire dal dopo pranzo contavo le ore, i minuti, i secondi che sembravano non trascorrere mai, per giungere alle 20 circa, quando si usciva di casa per andare da zia. Alle 20:30 si ascoltava il messaggio di fine anno del Presidente Pertini in TV e poi tutti a tavola! Eravamo tanti: tre famiglie riunite al completo, con adulti, ragazzini e bambini, più le mie nonne e infine la nonna e la zia nubile dei miei cugini.

C’è stato un tempo, tanto tempo fa, in cui si giocava a tombola, a mercante in fiera e a sette e mezzo, sgranocchiando nocciole e frutta secca varia, in attesa della fatidica mezzanotte, quando con la TV accesa (sempre su RAI 1) si seguiva il conto alla rovescia e noi bambini gridavamo come matti lo “ZERO!!!” saltando qua e là e correndo a baciare tutti! C’era il botto del tappo dello spumante, c’era il panettone, c’era il pandoro.

C’è stato un tempo, tanto tempo fa, in cui finalmente, dopo il brindisi arrivava il momento di sparare i fuochi, che poi erano dei semplici “fischi”, che una volta in aria lasciavano una piccola scia luminosa e facevano un tipico sibilo simile ad un fischio, appunto. Sono i soli “botti” che io abbia mai visto comprare da mio padre. E lui e mio zio, magari con l’aiuto di mio fratello e dei miei cugini più grandicelli, li sparavano da un grande balcone (eravamo al 5° piano) posizionando delle bottiglie di birra vuote alla base della ringhiera, rivolte con il collo verso l’esterno, che facevano da “cannoncini” in cui posizionare il lungo stecco di legno dei “fischi”, facendone uscire fuori la “testa” e la miccia. Io, le mamme, le nonne e i cugini più piccoli eravamo tutti dietro ai vetri ad assistere all’operazione. Ricordo le mani sulle orecchie per non sentire gli spari che riecheggiavano tutto intorno, il fumo, quell’odore intenso di zolfo non piacevole in se per sè ma facente parte di un “quadro” che si rinnovava ogni anno e che perciò mi sembrava buonissimo.

C’è stato un tempo, si…ma non tanto tempo fa a pensarci bene…si perchè cosa vuoi che siano, Lilli, 20, 25, anche 30 anni di fronte all’eternità? Nulla….un briciola, un frammento…

C’è stato un tempo, Lilli, in cui un frammento di eternità si è fermato, cristallizzato in un ricordo, anzi in tanti ricordi, legati ognuno ad un particolare diverso o più ancora ad una persona diversa. Alcune di quelle persone non ci sono più…man mano negli anni a seguire sono mancate ad una ad una ma in quel frammento di eternità ci saranno per sempre, Lilli.

Ciao nonna Bianca, ciao nonna Luisa, ciao “nonna” Carmela, ciao zio Orazio, ciao papà mio e infine ciao mammina mia, che per la prima volta mancherai in questo San Silvestro che oramai è alle porte…CIAO A TUTTI VOI, VI VOGLIO SEMPRE BENE E MI MANCATE TANTO!

E a chi passa di qui un augurio speciale per questo fine anno che spero trascorriate in allegria e in compagnia di chi amamte!

Dic 25, 2011 - Feste e ricorrenze, Figli    36 Comments

1 ANNO!

Cara Lilli,

è oramai sera, il Natale è quasi finito, ma oggi sai che è un giorno speciale a casa mia perchè il monello ha compiuto 1 ANNO!!!

1 anno fa ero in clinica, con quel fagottino minuscolo che a stento apriva gli occhietti ma che già faceva sentire ben ben la sua vocina, con bei pianterelli che risuonavano qua e là 🙂

E oggi….il fagottino ha triplicato il suo peso, si è allungato di 25 cm abbondanti, spalanca gli occhioni color nocciola e la sua vocina è aumentata di tono 😉

E sai la cosa bella?

Oggi, proprio oggi, si è messo in piedi fuori dal box e ha cercato di trovare l’equilibrio, sorretto con una sola mano dal suo papà! 

E’ la prima volta che lo fa! Infatti, finora si era alzato bello diritto soltanto nel box, dove ha anche fatto passetti lungo i lati, reggendosi con la manina al bordo imbottito. Ma poi appena lo mettevamo a terra, si “afflosciava”, mettendosi seduto o a quattro zampe.

Oggi, ti ripeto, ha fatto invece il suo primo vero tentativo di mantenersi in piedi e camminare!! Bello, no? Giusto per festeggiare il suo PRIMO ANNO DI VITA!!! 

Allora, sono qui ad augurare al mio monellino tutte le cose più belle che il cuore di una mamma può desiderare per un figlio…TI VOGLIO UN BENE INFINITO, CUCCIOLO MIO…BUON PRIMO COMPLEANNO!!!

 

PS: il monello ha ricevuto tantissimi auguri e ringrazio di cuore tutti gli amici per questo, ma in particolare voglio dire GRAZIE alla mia “sorellina” Chani che ha dedicato un post al suo “nipotino virtuale” con questa immagine carinissima…


Dic 23, 2011 - Feste e ricorrenze    28 Comments

Buon Natale a tutti!

Cara Lilli,

non so se avrò modo di scriverti domani o dopodomani (che oltre ad essere il giorno di Natale per me sarà speciale perchè compirà 1 anno il mio monello!)  e dunque lo faccio ora: auguro a te e a chi passa di qui un bellissimo Natale, col sorriso sulle labbra e la serenità nel cuore!

Che Gesù Bmbino porti conforto a tutti e che mani caritatevoli portino un sostegno concreto a chi soffre e non ha niente da festeggiare nè  per festeggiare….

 

 

BUON NATALE 2011!

Una tenera sorpresa

Cara Lilli,

ieri sera sono passata dal blog Pensieri “immaginati” del mio amico Robi, alias Cipralex1, ed ho trovato una bellissima sorpresa: Robi ha pubblicato un post speciale per fare gli auguri di Buon Natale a tutti i suoi amici bloggers e per ognuno ha creato una “cartolina augurale” personalizzata, basandosi sul tema del blog o comunque su alcune caratteristiche peculiari della persona destinataria dell’augurio.

Un’idea meravigliosa, non ti sembra? Io sono tra i fortunati amici virtuali di questo blogger creativo, perciò ecco qui la cartolina che ha “immaginato” per me:

sorpresa,auguri,natale feste,blog,amicizia

 

Troppo tenera, vero? E hai notato la cura dei particolari? C’è la monella che dorme con accanto il suo set Musical Band di cui ti ho parlato qui, c’è il fumetto che fa riferimento al compleanno del monellino, che cadrà proprio il giorno di Natale come ben sai, e poi ancora c’è il mio amico pettirosso e mi fa piacere anche che ci sia un quadretto della Madonna sul lettino della bimba…

Insomma, mi sono un pizzichino commossa, come già ho scritto a Robi nel mio commento al suo post. Per me questa è la conferma di quanto lui sia una persona sensibile, oltre che intelligente.

GRAZIE ROBI! AUGURI CARISSIMI ANCHE A TE E ALLA TUA FAMIGLIA!