Browsing "curiosità"
Set 25, 2012 - blog life, curiosità    12 Comments

Aprire un forno a Nairobi

Cara Lilli,

non temere…non sono impazzita nè sto meditando di chiudere baracca e burattini e fuggire all’estero! Semplicemente, ti ricordi quando un annetto fa ti feci fare due risate con il post intitolato “A che età fa le uova il sempreinsieme“? Attingendo ai dati forniti da Myblog relativi al traffico sul mio blogghino avevo scoperto che le persone arrivavano qui tramite le più incredibili parole-chiave immesse nei motori di ricerca.

Ebbene, voglio scriverti un altro pò delle perle che ho pescato leggendo le statistiche e i dati di quest’ultimo anno, tanto per darti un’idea di quanto sia strano e a volte comico il mondo del web:

– forse il mio più volte decantato interesse per l’Africa, per le tradizioni, per i romanzi ambientati laggiù, per il fascino che emana da ogni cosa che riguardi il Continente Nero, ha fatto si che qui approdassero utenti che hanno digitato la frase: “aprire un forno a Nairobi” che dà il titolo a questo post! Un’idea quanto meno bizzarra, non credi? 🙂

– c’è chi mi ha scambiato per un negozio di giocattoli on-line, chiedendo “bambola che fa versetti prezzo”;

una cosa davvero assurda è che io sono negata assolutamente per ogni lavoro manuale tipo fai da te,  eppure c’è chi mi ha trovato digitando “lavori per Pasqua in pasta di mais” o anche “capanna Natività presepe fai da te” oppure “girasoli dipinti ad olio” o addirittura “cucire cucce per cani in tessuto”!

– è poi pur vero che ogni tanto qualche ricettina simpatica e gustosetta l’ho postata, ma da qui a essere rintracciata per una richiesta come “secondi piatti di pesce per matrimonio” mi pare un tantinello esagerato, che dici?

– naturalmente, come già accennato nel post dell’anno scorso, non possono mancare quelli che, giusto perchè magari ho scritto qualcosa durante la gravidanza del monello, mi hanno scambiato per un sito di ostetricia e ginecologia: “come avviene la visita ecostrutturale” e perchè nelle ecografie il bimbo ha sempre la manina sul viso” ;

– l’aver poi dedicato nel 2010 un unico, solo, misero e anche abbastanza breve post al compleanno del personaggio di Pippi Calzelunghe ha fatto si che io venga perseguitata da persone che vogliono sapere a tutti i costi l’età della simpatica caanaglietta dalle trecce rosse all’insù e le mille lentiggini…e lo chiedono in tutte le salse:  dal più classico “quanti anni ha Pippi Calzelunghe” al più stravagante, per così dire, “Pippi età Calzelunghe”, passando per un “anni di Pippi Calzelunghe”;

– il fatto che a scuola io conoscessi a memoria tutte le capitali europee ed extra europee e che comunque in generale mi piacesse la geografia deve essere di sicuro trapelato nel mondo del web perchè mi hanno trovato anche con “quanto è lunga l’Umbria”;

– ci sono infine gli utenti che hanno digitato parole-chiave davvero senza senso (o almeno senza senso per me, perchè voglio sperare che per loro un senso lo avessero  quando le hanno scritte!!!) tipo: “Lilli luna Genova” o “Maris miele” o ancora “Lilli devo” oppure (e qui andiamo a finire nel criptico) “pietre letame antichizzare” , fino ad arrivare all’apoteosi con “canzone: io ci passavo con la bimba mia dal nome dolce e…mari” …e ho detto tutto, aggiungerei io!!!

🙂

 

Mag 9, 2012 - curiosità, Figli    20 Comments

Da saponetta…a croissant!

Cara Lilli,

la scorsa settimana ho letto sul blog di Mamma Claudia che lei ha fatto col suo Topastro un simpatico esperimento trovato su internet che consiste nel creare delle “nuvole” da un pezzo di sapone, usando il microonde: a lei è venuta fuori una nuvola che assomigliava ad una pecorella!! 

Mi è sembrata una cosa davvero carina e ho voluto provare a farla anche io con la mia monella.

Avevo da tempo immemore una piccola saponetta tonda usata forse una o due volte.

esperimenti con i bambini,figli,bimba,bambina,sapone,microonde

L’ho appoggiata su un pezzo di carta da forno e l’ho messa in microonde alla massima potenza per un minuto e mezzo: nei primi venti secondi non è successo nulla, credevo di aver sbagliato qualcosa, poi invece ecco che sono iniziati a spuntare dalla superficie della saponetta “sbuffi” spumosi….che sfizio! La materia si deformava, sembrava quasi animata…io e la monella abbiamo guardato con molto interesse e stupore questo processo!

Alla fine ho tirato fuori la nostra bella nuvola di sapone, evitando con cura di toccarla subito perchè scottava, e poi mi sono chiesta a cosa potesse assomigliare: ebbene…ecco qui un bel CROISSANT 🙂

 

esperimenti con i bambini,figli,bimba,bambina,sapone,microonde

Incredibile, vero?

🙂

 

NOTA: se qualcuno volesse provare a sua volta l’esperimento consiglio di non adoperare sapone  particolarmente profumato…la mia saponetta purtroppo lo era e in cucina per un pò ho dovuto tenere spalancata la finestra per far uscire via quell’odore persistente!!!

 

Gen 23, 2012 - curiosità, pensieri sparsi    28 Comments

Quiz del giorno: che animale era?

Cara Lilli,

ho appena avvistato sul retro di casa mia (mentre approfittavo del sole per stendere le lenzuola lavate a sventolare fuori) un animale che mi ha gettato nel dubbio: di che specie sarà stato?

Giuro, mica l’ho capito tanto bene!

Se avessi avuto prontezza di riflessi forse avrei fatto in tempo a correre dentro per acchiappare la macchina fotografica così che poi avrei sottoposto il quiz del giorno a te e chi passa da qui a leggermi….ma ahimè sono rimasta imbambolata a fissare quell’animale, bello ma proprio bello devo dire, col pelo lucido bianco con ampie chiazze nere, quattro zampotte robuste, un fisicaccio, una bella codona, dei bei baffi…

Già mi sembra di sentirti ridacchiare, Lilli…tu dirai: “ma era un gatto!”

Eh no! Ti dico di no! Perchè se quello era un gatto io, con tutti i miei 176 cm, sono una nana.

 

PS: va beh, si….lo confesso…anche io credo proprio che fosse un gatto….ma era di certo il gatto più grosso che io abbia mai visto in vita mia!!! Incredibile, da guinnes dei primati!!!

Ott 6, 2011 - curiosità    4 Comments

OOBLECK…sorprendente!!!

Cara Lilli,

erano giorni che avevo comprato l’amido di mais dopo aver letto questo post di Supermamma e alla fine questo pomeriggio, per impiegare un pò di tempo e distrarre la monella riccioluta, mi sono decisa e ho provato a fare l’OOBLECK!

E che cos’è? dirai tu….Ma che domande, scusa! E’ un “fluido non-newtoniano” no?

Eheheh…..beh, diciamo che forse devo accennare qualche spiegazione se no ci capisci poco, Lilli 🙂

Ti riporto quanto viene spiegato sul blog La pappa dolce, a cui si è rifatta anche Supermamma:

“L’Oobleck è un fluido non-newtoniano, cioè un fluido la cui viscosità varia a seconda della velocità a cui la si misura. I fluidi non newtoniani si dividono in due classi :

fluidi pseudoplastici: la viscosità diminuisce all’aumentare della velocità a cui la si misura

fluidi dilatanti: la viscosità aumenta all’aumentare della velocità a cui la si misura .

L’Oobleck è un fluido dilatante: sollecitazioni rapide lo rendono più viscoso rispetto allo stato di riposo.”

Dunque, Lilli, questo in termini scientifici….in termini più “terra terra” posso dirti innanzitutto che questo composto si ottiene mescolando 1 PARTE DI ACQUA E 2 PARTI DI AMIDO DI MAIS (io ne ho fatto poco, ho usato come misura una tazzina da caffè).

Ho messo l’acqua in un recipiente di plastica, ci ho aggiunto l’amido di mais e sembrava restasse molto liquido, ma appena ho iniziatio a mescolare il tutto con un cucchiaino….magia: la consistenza era stranissima, un molliccio non più liquido ma non proprio solido…

Poi ho preso con la mano una “manciata” di questo  oobleck e….di nuovo magia: mi si è praticamente solidificato tra le dita, più lo manipolavo e più diventava malleabile e solido come una pasta per modellare!! 

E poi, appena ho smesso di manipolarlo….ennesima magia!! all’istante quello si è liquefatto ed è colato giù nel recipiente quasi come fosse acqua!!!

Ma il bello è stato quando ho iniziato a colpire la superficie dell’ooblek con la punta delle dita….magia ancora: più lo colpivo con forza e più era duro, tanto da sembrare che battessi le dita sul tavolo!! poi all’improvviso ho smesso di colpire e ho lasciato le dita appoggiate sull’ooblek e…oplà, sono affondate, come nell’acqua!!

Insomma…a dir poco SORPRENDENTE!!!

La monella riccioluta è rimasta un tantino perplessa, non ha voluto mettere le manine nell’oobleck, forse le sembrava troppo strano…però mi guardava manipolarlo e ridacchiava 😉

Per vedere qualcosa di davvero incredibile, però, Lilli, devi guardarti questo video e poi provare a dirmi che non è pazzesco!!!

 

Ci sono delle vibrazioni sonore particolari fanno “animare” l’oobleck 🙂

Su Youtube si trovano tanti altri video incredibili sull’oobleck, tutti da vedere!

Ott 4, 2011 - blog life, curiosità    11 Comments

A che età fa le uova il “sempre insieme”

Cara Lilli,

è da un bel pò di tempo che volevo scrivere questo post scherzoso, da quando cioè ho letto questo post riguardante Google Analytics sul blog della fortissima Staccata (ossia senza tacchi!!) che mi ha fatto sbellicare dal ridere 🙂

Io non ho installato Google Analytics, ma Myblog mette a disposizione dei suoi blogger alcune statistiche mensili che includono anche le parole-chiave che i visitatori hanno digitato sui motori di ricerca e tramite cui sono arrivati al blog in questione.

Giuro, Lilli, c’è da farsi davvero un sacco di risate! Si scoprono cose incredibili, cose che non sembrano avere nulla a che fare col proprio blog!

Tra le parole chiave che più mi hanno lasciato di stucco c’era: “padellata Anzio estate 2001“. Il fatto è che io non sono stata ad Anzio nell’estate del 2001, o meglio ancora non ci sono mai stata in vita mia!! Oppure….vuoi vedere che ci sono stata e non me ne sono accorta??? ihihih 🙂

Senti questa poi:incontri gratis nel portale online in amore felice per te e per”….si, finisce proprio così, con quel “e per” che non si sa che significa….e  anche:”community mio amore.it”…che c’entra poi col mio blog? Mica sono un’agenzia matrimoniale!!

E per rimanere in tema “amorevole”: “ke vuol dire bacio frizzante”…sarà un bacio che si dà dopo aver bevuto un litro abbondante di acqua super gassata???

Ho trovato anche: “perchè uova sugli spinaci”….e che ne so? forse perchè le uova sotto gli spinaci non si vedrebbero??? 😉

C’è pure chi mi ha preso per un sito di ginecologia e ostetricia: “come si fa l’ecografia strutturale”  e poi “16 settimane la mattina sento un piccolo bozzetto sulla pancia” e ancora “collo dell’utero pervio al dito” e pure“gravidanza oltre la 40 settimana” …o anche per un sito di pediatria: “mia figlia a 6 mesi sta iniziando a dormire a pancia sotto”.

E chi invece crede che il mio sia un blog di medicina veterinaria, con per di più una specializzazione in ornitologia:“a che età fa le uova il sempreinsieme” (che è una specie di pappagallino, detto anche “inseparabile”).

Leggo che mi hanno poi trovato digitando: “sarta fai da te”….oddio, io tutto sono tranne che una sarta!!! sono negata per il cucito, a stento ho fatto un orlo (storto, tra l’altro, e che si è pure aperto dopo il primo lavaggio in lavatrice) ad un jeans del mio sfortunato marito…!!!

Senti questa: “fare un quadro con una canzone”....beh, se chi lo ha scritto ci riesce poi magari spero mi faccia sapere che ne è venuto fuori!!!

Chi mi ha preso per un blog pacifista del tipo “fate l’amore non la guerra”: “ghandi scopri l’amore wikipedia”.

E chi segue detti popolari: “cacca di uccello in casa porta bene”….sarà…!!

Per non parlare delle ricerche fatte con errori di battitura o proprio di ortografia: “minestra con faGGioli e mais”…”zucca e gafioli”…”jiochi del formidabile mondo di bo”…

Questa è buona: “bartali lasagna”…che al mitico Ginettaccio Bartali piacesse la lasagna da morire o ne avesse una ricetta segreta speciale? e io poi che ne dovrei sapere??? Qui qualcosa mi dice che intendevano scrivere “Batali”…che è uno chef rinomato 😉

C’è pure chi ha seri problemi di funzionamento del cervello, perchè scrive cose senza senso: “lasciata e 50 anni dal marito mio marito mi ha lasciata blog do”…mi chiedo poi come possa questa assurdità avere un qualunque collegamento col mio blog….!!!

E infine c’è: “grazie per aver pensato a me”….io direi grazie a chi ha pensato di digitare queste parole ed è arrivato fino a qui!!!

🙂

 

Pagine:123»