Set 2, 2012 - Figli, pensieri sparsi    22 Comments

Il mare, quella straordinaria “creatura”

Cara Lilli,

il semplice, familiare festeggiamento per il 5° compleanno della mia dolce monella è andato bene: lei è stata proprio brava tutta la sera, non si è affatto annoiata, ha mangiato un pò di patatine fritte (cosa rara!), ha spento tutta felice le candeline, ha assaggiato la torta, ha sfogliato il suo libretto del momento (quello di Peppa Pig) prima da sola poi con la cuginetta e dopo insieme hanno giocato a rincorrersi tra i tavoli della pizzeria ridendo a crepapelle… 🙂

Stamattina però ti sto scrivendo non solo perchè volevo darti qualche breve notizia sulla festicciola della monella, ma anche perchè, ora che l’aria si è rinfrescata e che l’estate volge al termine, sto pensando tanto al mare e al mio strano rapporto con questa straordinaria creatura.

Si, creatura….perchè è così che lo vedo io, non come una cosa inanimata.

Il mare è tutto un mondo, è vita. Ma ha anche una forza distruttiva che può spazzarla via la vita, se si infuria.

Il rapporto che ho con il mare è strano perchè mi piace tantissimo, mi attira, mi dà un senso di libertà, ma poi allo stesso tempo mi intimorisce, mi fa sentire piccola.

Quando è trasparente, cristallino, è stupendo….però nell’acqua alta vedere cosa c’è sul fondo (scogli, sassi, sabbia, alghe) mi dà come un leggero senso di vertigine.

Quando al contrario è un pò torbido, magari perchè mosso, perchè la sabbia si è alzata, è meno bello e mi spaventa non vedere il fondo perchè penso sempre chissà cosa (pesci, meduse) possa esserci nell’ombra.

Lo sciabordio delle piccole onde mi rilassa, mi aiuta a pensare.

Il fragore delle onde grosse mi spaventa abbastanza ma mi elettrizza, mi trasmette anche forza, mi fa sentire che posso farcela. A fare cosa? Non qualcosa di specifico…farcela in generale.

Non sono la classica tipa da spiaggia, non mi abbronzo molto perchè non riesco a stare al sole più di tanto, ma comunque non rinuncerei mai a trascorrere anche solo qualche giorno al mare perchè è da quando sono nata che lo faccio. E’ l’appuntamento a cui non voglio mancare, è il pensiero bello che mi tiene compagnia durante il resto dell’anno, pensando a quando sarò di nuovo lì davanti a godermi tutto ciò che lui, il mare, sa offrirmi.

Magari non è stato ogni volta nello stesso posto da che sono nata, ma quell’incontro è stato sempre emozionante per me.

Lo è stato e lo sarà, Lilli. Perchè amo troppo quella straordianaria creatura che è il mare.

 

 (immagine presa dal web)

figlia,monella,compleanno,mare,poesie

 

Il grande segreto del mare

è racchiuso in ogni sua goccia,

ma non tutti quelli che vengono bagnati

sono in grado di comprenderne l’incanto.

(agosto 1992)

 

Il mare, quella straordinaria “creatura”ultima modifica: 2012-09-02T09:43:00+00:00da maris-73
Reposta per primo quest’articolo

22 Commenti

  • Cara Maris, mi ritrovo in quello che scrivi. Ho un amore viscerale per il mare, ma anch’io non sono tipo da spiaggia. Anche per me è una creatura, che, nel suo umore mutevole, un po’ rispecchia il mio modo di essere.

  • Comprendo… e vivo sulla mia pelle quel che hai descritto..
    Amo il mare per la serenità e l’inquietudine che sempre riesce a trasmettermi; lo amo quando è calmo e lo amo quando è agitato e tempestoso. Paradossale. Un po’ come sono io stessa.

  • sai io odio il caldo, l’estate è l’ultima delle stagioni che preferisco, ma ogni hanno non posso rinunciare ad andare a mare ed a entrare a contatto con l’acqua… è straordinario!
    un saluto 🙂

    • Io l’estate la amo, però se non fa un caldo africano perchè se no mi raccolgono col cucchiaino a causa della mia pressione bassissima!
      Sono contenta di leggere che, nonostante tu invece non ami questa stagione, condividi con me la passione per il mare 🙂

    • oddio o.o ho scritto “hanno” per anno… ero proprio stanco XD
      si anche la pressione è un’annosa questione in estate… ma fortuna che c’è il mare!

    • eheheh non credo che tu fossi stanco, credo piuttosto che tu sia stato contagiato dal temibile “virus di maris”, quello che, come già ho ti accennato sul tuo blog, fa scrivere mooooolto velocemente e non fa rileggere prima di inviare il commento 😉 😀

      uè, anche tu con la pressione bassa? stringiamoci la mano allora!

  • Sono in clamoroso ritardo, ma tanto ormai quest’estate ti ho abituata a tempi di attesa lunghi…comunque tanti tanti tanti auguri alla tua monella! 🙂 Sono proprio felice per te, per lei, per tutti voi, che sia stato un compleanno bello e speciale!

    Io non sono affatto un tipo da mare, però andarci ogni tanto mi piace, in fin dei conti. Mi piace l’inverno quando “è arrabbiato”, quando la spiaggia è deserta. Quest’estate non l’ho nemmeno visto, il mare. Mi è un pochino mancato in effetti.
    🙂

    • 🙂 vai tranquilla cara Fru, non faccio caso ai giorni di attesa, a me fa piacere che tu mi legga ed eventualmente che mi scriva qualcosa indipendendemente da quando ciò avvenga!!

      Grazie per gli auguri e la tua gioia riguardo il compleanno speciale della monellina 🙂
      Davvero non hai proprio visto il mare quest’estate? Per me è quasi impensabile!!

  • AUGURISSIMI anche alla tua piccola!!!!! ma guarda un pò anche qui si è festeggiato un compleanno!!!
    Maris condivido esattamente i tuoi pensieri sul mare, anche per me è molto importante anzi diciamo fondamentale perchè finchè c’è l’hai vicino non ti rendi conto di quanto questa meraviglia naturale è importante, il mare è vita! quest’anno ho fatto tantissime foto complice il mio cellulare e appena avrò finito di lavorare ad inizio ottobre vorrei publicare
    un’abbraccio grande grande!

    • Ti ringrazio Lilly 🙂
      Sapevo che avrei incontrato il tuo pensiero riguardo al mare…oramai un pò ti conosco!
      Baci e…aspetto di vedere le tue foto dunque!

  • Ciao, ma allora devi assolutamente leggere Oceano Mare.
    L’ho raccontanto nel mio ultimo venerdì del libro 😉

    “Se lo guardi non te ne accorgi:di quanto rumore faccia. Ma nel buio..Tutto quell’infinito diventa solo fragore, muro di suono, urlo assillante e cieco. Non lo spegni, il mare, quando brucia nella notte.”
    A.B OceanoMare 😉

    A presto!

  • Come ti capisco Maris!
    Però c’è una piccola differenza fra me e te… io mi abbronzo molto, perché ci sono nata al mare e non potrei fare a meno di godermelo sotto il sole della mattina almeno fino a mezzogiorno. 😀

    Un caro saluto.
    Nadia

    • Ciao Nadia! Lo avevo dedotto seguendo il tuo blog che tu ami molto il mare e ti immagino tutta bella colorita e felice in spiaggia 🙂

  • Sono felice per la tua monella, mia cara, quindi è stata , questo punto, una gran festa, npn ti pare ?Chissa come sei stata felice e io con te !!!!!!!!!!
    Per quanto riguarda il mare per prima cosa :come scrivi bene !!!!!!!!!!!! devi fare la scrittrice, lo vuoi capire ono ? quella è la tua strada, ne sono convinta
    Il mare a me è sempre piaciuto, ormai data l’età e principalmente il fatto che non sarebbe cosa saggia per Gigi non ci andiamo da tantissimi anni, ma aa me saempre è piaciuto, quando è calmo, quando è increspato, quando è con onde alte, quando è nero……….quando piove, di mattina e di sera al buio, per me è sempre stato una cosa meravigliosa e ho dei ricordi bellissimi !!!!!!!!
    Ti abbraccio e ti auguro una OTTIMA GIORNATA e ancora complimenti per la tua bellissima figlioletta.

    • Elena sei uno sprone per me! Mi invogli a scrivere, scrivere, scrivere e ne sono contenta. Un domani…non si sa mai 🙂

      Immagino che quella di non andare al mare sia una rinuncia che tu fai con tanto amore per Gigi e che per questo non ti pesa più di tanto. Però è bello abbandonarsi ai ricordi di qualcosa che ci ha affascinato e abbiamo amato, no? Un pizzico di malinconia ci può stare, senza nulla togliere, nel tuo caso, ai sentimenti per Gigi .

      Buona giornata anche a te, ciao!

  • Ciao Maris, grazie della visita…devo proprio riprendere possesso delle mie vecchie abitudini, e passare un pò di tempo al pc a leggere i vari blog…buona giornata, ora scappo al lavoro ciao lipp Mely

  • siamo gente di mare…non c’è niente da fare, io pure la penso come te, è una meravigliosa e straordinaria creatura…

    • Io ho sempre vissuto nelle zone “interne”, adesso poi sono proprio in montagna, ma sono nata a Napoli….città di mare 🙂 forse è per questo che provo queste sensazioni!
      Un bacione Betty, tesoro!!

Lascia un commento