giu 29, 2012 - libri e fumetti    14 Comments

I venerdì del libro (90°): LA MAGIA DI ULTIMA

Cara Lilli,

come volano i giorni! Siamo nuovamente a venerdì e io seguo anche oggi l’iniziativa di HomeMadeMamma e ti propongo una lettura un pò particolare a cui mi sono dedicata poche settimane fa: LA MAGIA DI ULTIMA di Rudolfo Anaya.

Ti spiego perchè ho scritto che è un libro un pò particolare: l’autore è un chicano, cioè un cittadino degli Stati Uniti di origine messicana, e ha intriso questo suo romanzo (e anche gli altri, che però io non ho ancora letto) della cultura della sua gente, un mix di religione cattolica e di antiche credenze e riti magici, di tradizioni radicate e di voglia per i giovani di fare nuove esperienze.

Il risultato è secondo me piuttosto efficace: temevo che mi sarei un pò annoiata, ma invece ho letto la storia con interesse anche perchè i personaggi sono ben caretterizzati e la figura di Ultima, la curandera, la guaritrice che da alcuni è vista come una maga benefica e da altri come una strega maligna, ha un suo fascino.

Il piccolo Antonio, un vivace e intelligente bambino chicano, verrà trattato da Ultima un pò come fosse un suo “allievo” e la seguirà in un percorso di maturazione che segnerà la fine della sua infanzia.

Lasciando da parte ogni osservazione che concerna la religione e come venga interpretata, visto che non ho certo approcciato questo libro pensando di leggere un trattato teologico nè tanto meno un testo esoterico o cose del genere, direi che il messaggio di fondo della storia e cioè che (come si legge nella quarta di copertina) “l’appartenenza alla comunità è la vera ricchezza”  è di certo positivo e apprezzabile.

Non è un capolavoro a mio avviso, ma non mi è dispiaciuto lo stile di Anaya e come accennavo prima mi ha abbastanza coinvolto.

 

<< Ultima venne ad abitare con noi l’estate in cui stvo per compiere sette anni. Quando lei arrivò la bellezza del llano si schiuse davanti ai miei occhi e il gorgoglio delle acque del fiume cantò all’unisono col ronzio della terra che girava. Il tempo magico dell’infanzia si fermò e il battito della terra viva impresse il suo mistero nel mio sangue vivo.>>

 

I venerdì del libro su altri blog:

 

14 Commenti

  • Adoro i libri pieni di queste magie e credenze dei popoli dell’america latina. Non lo conosco, ma mi sembra molto affascinante. :-)

    • C’è un certo fascino, come dicevo nel post, soprattutto legato alla figura della vecchia Ultima.
      E’ ben scritto, se ti piace il genere e se ti interessa l’argomento allora vai sul sicuro :-)

  • mah, non so, mi sa che prima leggo quella pila di libri che ho sul comodino in attesa, questo non ho capito se potrebbe piacermi o meno, temo di no… però se dici che non è male, ci penso…

    • Potrebbe tranquillamente non piacerti, Monica, secondo me è quel genere di libro che deve un pò “prenderti” almeno come ambientazione se no non riesci a digerirlo.
      Io ero curiosa di scoprire un pò le tradizioni dei chicanos e il loro modo di vivere, perciò mi sono lanciata nella lettura. Sono abbastanza soddisfatta, in definitiva.
      Ciao!

  • Ho una passione per l’america latina e per il Messico in particolare, per cui mi segno la tua proposta.

    • Parti con buone possibilità che ti piaccia questo libro, allora, dato che sei appassionata di questo tipo di cultura.
      Ciao!

  • Di questo libro mi incuriosiscono molto l’ambientazione, l’origine e la cultura dei protagonisti. Al prossimo giro in libreria lo cercherò per darci un’occhiata!

  • Non conosco questo libro e devo dirti nemmeno tanto la letteratura a cui si può ricollegare: un ambito che devo esplorare :-)
    Grazia

    • Anche per me è stata una novità, l’ho preso su Amazon per caso, spulciando tra i libri in offerta (cosa che faccio spesso quando mio marito deve ordinare qualcosa di altro genere, così prendiamo due piccioni con una fava!)
      Buona domenica, ciao!

  • ciao carissima Maris
    passo per un salutino veloce mi dispiace non avere il tempo per leggere tutti i tuoi bellissimi post per intero il tempo è tiranno e fra poco corro a lavorare
    ti auguro una bellissima domenica e ti lascio il mio abbraccio affettuoso

    • Non preoccuparti Lilly, io sono già contenta che tu passi di qui a farmi un saluto :-) buon lavoro e un abbraccio affettuoso a te!

  • Sempre graditissimi i tuoi passaggi da me. :o )
    Sei una bella persona, emerge sempre da come ti poni e da quello che scrivi nel tuo spazio.

    Penso che mi sia andata gia’ bene, sto vicino alla postazione del bagnino (moro occhi neri alto e non dico altro) …almeno non mi annoio ! ;o)

    Buone vacanze anche a te
    a presto cara.

    • Ciao Munira! Grazie a te dei tuoi passaggi qui :-) la stima è reciproca!
      Baeta te che sei a goderti sole, mare…e bagnino moro e alto ihihih ;-)
      Io farò una breve vacanza a fine luglio-inizio agosto.
      Un bacione!

Lascia un Commento