mag 29, 2012 - Iniziative, pensieri sparsi    33 Comments

Sono una mamma “staccata”!

Cara Lilli,

come già da un pò di giorni appare scritto su un bel bannerino nella colonna laterale del mio blog è oramai noto che io sono una MAMMA “STACCATA”…ehi, niente panico, non ho una malattia rara, nè significa che io mi sia separata dal mio maritino o peggio ancora dai miei monelli! “Staccata” sta per “senza tacchi:-) che credevi?

L’idea davvero carina di inaugurare questa sorta di “sfida” tra mamme con e mamme senza (parliamo sempre di tacchi!) è venuta naturalmente a La Staccata…e a chi se no?

Dunque, ecco qui il mio personalissimo contributo a…Staccate versus Taccate:

Mamma staccata

Innanzitutto una premessa che già dice tutto: io staccata lo sono nata (va beh, che novità….lo siamo nate tutte!) ma lo sono poi rimasta per tutto il resto della mia vita.

Ebbene si, la mia è una storia tutta all’insegna delle scarpe da ginnastica, dei mocassini, delle ballerine e chi ne ha più ne metta.

Prima era a causa della tenera età (ma si sa, io sono oramai di una generazione sorpassata e stantia, oggi le scarpe delle bambine piccole hanno già i tacchetti, guarda un pò!)…

Poi era a causa dell’altezza già di per sè (o di per me, perchè tutto è soggettivo) soddisfacente, un bel metro e settantasei abbondante, quasi settantasette (e se si guarda sulla mia carta d’identità anche settantotto…che poi chissà con che metro oculare mi ha misurato l’impiegato dell’anagrafe del ridente paesello in cui sono venuta a vivere 5 anni fa, perchè la misura l’ha scritta lui, senza prima sentire la mia opinione, giuro!)…

Poi era o meglio è a causa del dover star dietro a monelli di sesso ed età diverse ma entrambi monellosi…

Insomma, per farla breve, io sui tacchi non ci sono mai stata bene, nè mi ci sono mai trovata a mio agio e meno tempo ci sono stata e più mi ci sono trovata male e a disagio nelle rare occasioni (cerimonie e robe varie richiedenti un abbigliamento elegante) in cui li ho indossati…e si noti che parlo di tacchetti, diciamo massimo 5 cm…!!!

Su, avanti, taccate d’Italia e del Mondo (le mie fonti informatiche mi dicono che il mio blog è letto anche all’estero….uelà!) vi autorizzo a farvi una bella mega-risata, di quelle che vi slogano le mascelle, davanti alla misura per me già proibitiva di soli miseri 5 cm… Si, dico a voi, che siete le abituè (ma si scrive così???) del tacco 12 e che probabilmente il tacco 5 cm lo considerate al pari di una ciabatta per attempate nonnette col bastone e l’artrosi deformante!!!

E se proprio volete farvi una risata ancora più grossa e grassa, vi dirò di più: al mio matrimonio ho indossato….delle fantastiche ballerine staccatissime e con la suola…..pronte all’orrore? di gomma!!! Si, non è uno scherzo, giuro! Non vi dico che problema per riuscire a trovarle (ma non farete fatica a immaginarlo…!!). Ho girato a vuoto i negozi di tutta la mia città (non ero nel paesello ridente, allora) prima di scovarle in un negozietto che non avevo mai notato e davanti a cui sono passata per puro caso. Ma vi assicuro che erano molto molto carine, stavolta dico sul serio: color avorio perlato (lo stesso identico tono di colore del mio abito da sposa, incredibile!), con dei piccoli strass decorativi, comodissime, staccate e, cosa super importante, antiscivolo! Eh si: perchè io dovevo scendere vari scalini della Cripta del Duomo in cui mi sono sposata, con un abito che aveva un pò strascico e un velo bello lungo: il mio terrore era di scivolare e cascare a gambe all’aria, lo confesso!

E tra l’altro il mio dolce amore è alto esattamente quanto me, se mettessi i tacchi sarei più alta di lui e la cosa non mi piacerebbe affatto. Ma questo è un corollario, perchè è una cosa che è sopravvenuta quando avevo già 26 anni e, ripeto, io sono nata staccata…ma proprio staccata inside, dentro!!!

E voi che passate di qui, belle mamme di ogni età: siete Staccate o Taccate? Raccontatelo anche voi sul vostro blog, su …daiiiiiiii! E andatelo poi a dire a Luana (alias La Staccata) che ne sarà felice :-)

 

33 Commenti

  • Grazie Maris! Inserisco subito il link nel mio spazio. Posso dirti una cosuccia? Se fossi alta anch’io un metro e 77/78 trattabili, credimi: ai tacchi non mi avvicinerei neanche per errore. Qualche volta lo faccio, dal basso del mio metro e 59 di fiera tappitudine, ma me ne pento un istante dopo :-)

    • Cara Luana sei un mito e anche questo tuo commento al mio post me lo conferma :-) !!! Sono felice di aver partecipato alla tua simpatica iniziativa!

  • :-) Ho sorriso di gusto davanti al termine “staccata”… anche perchè… praticamente anche io lo sono! :-) )
    E non per il mio metro e settanta di altezza, quanto piuttosto per comodità e poi perchè sui trampoli io proprio non ci so stare!! Anche io non sono mai andata oltre il tacco 5 (solo nelle grandi occasioni e meglio quello “basato” che quello a spillo!), se proprio voglio “tirarmi su” preferisco (e ci cammino meglio) le scarpe con l’altopiede in gomma.

    mah… cara maris… o è questione di generazione… o siamo noi che siamo… oltre!!! ^_^

    • :-) ))
      Che bello trovarti in sintonia con me anche su questa cosa qui, superficiale (nel senso che non è una cosa di importanza capitale!) magari, ma simpatica!
      Ma si….siamo noi che siamo “oltre” ;-)
      Baci!

  • Ehh Staccata… mai sei altissima….
    Io ho sempre pero amato i tacchi e li ho indossati sempre, ai 15 anni ho raggiunto la altezza massima in que epoca di 10 cm e non sono altrissima ma quando l’indossavo ero più alta di molti ragazzi

    Adesso li porto ma siccome cammino poco cerco versioni più comode…

    Un carissimo saluto cara amica!

    “Nella vita occorre avere coraggio…il coraggio di fiori che, pur tra sassi o neve o rocce, son riusciti a trovare la loro strada per aprirsi al sole e a noi donare la bellezza piena delle loro corolle, quasi sorrisi aperti al nostro sguardo, esempio della vita che, pur nelle difficoltà più grandi, non arretra e rinuncia…

    Occorre la forza di quei fiori che sfidano la pietra o la sabbia, e sono tanto simili a coloro che, pur stringendo i denti fra le rocce più aguzze, vanno avanti a tracciare anche per tutti noi la strada del coraggio…

    Simili a questi fiori sono i tanti “eroi quotidiani della vita” che nessun libro citerà col nome, né mai avranno altro monumento che il ricordo nei cuori di chi li ha conosciuti…”
    - ©Riflessi d’acqua -

    • Ciao Mirta! Lo sai che non ti immaginavo con i tacchi alti? E’ una cosa davvero molto soggettiva e spesso non dipende solo dall’altezza ma proprio dalla passione per questo o quel tipo di scarpe, basse o alte.
      Grazie per i bei pensieri che citi e sempre fanno pensare un momento e donano buonumore e speranza :-)
      A presto!

  • Certo che se tu ti mettessi un tacco 12 arriveresti a vette inaccessibili! :-) Pero’ se lo stacco e’ la tua condizione naturale e non lo vivi come un obbligo allora e’ perfetto! A me piace da matti vedermi alta, per questo amo i tacchi.

    • Ti avevo già risposto ma il commento è svanito nel nulla…scherzi di Myblog :-)
      Comunque riassumo: non amare i tacchi è, proprio come amarli, una condizione naturale (hai scritto bene tu), perciò io sono felicemente staccata e tu felicemente taccata….evviva!
      Un bacio, a presto!

  • Non ho ne un amore ne un odio particolare per i tacchi, per l’università e il lavoro preferisco le mie fidate “ballerine” ma la sera mi piace mettere i tacchi, anche perchè sono una diversamente alta 1.60m e vicino al mio ragazzo alto 1.86m sembro proprio una tappetta…. quindi almeno con il tacco mi avvicino un pò!!! Penso che alla fine uno debba indossare la cosa che lo mette più a suo agio…

  • Tesoro mio, io non sono alta come te – cm. 165 – e quando ero ragazzina mi piaceva essere come le mie amiche e portavo ii tacchi, massimo otto cm. , poi con il passare del tempo mi sono accorta che i miei piedi stavano cambiando aspetto e quindi in ufficio portavo massimo i famosi 4 o 5 cm. ma quando ero libera da impegni lavorativi le scarpe da ginnastica sono state sempre la mia passione. Poi, da quando sono andata in pensione non ho più abbandonato le famose mie scarpe bellissime da ginnastica…………….sono tanto comode, tanto belle ……………. Adesso venerdì devo andare ad una cena importante e con terrore penso alle scarpe che dovrò mettere…………….certo ci vorrebbe una legge che stabilisse che le persone che hanno la mia età – quasi 72 anni – non dovrebbero mai mettersi in ghingheri per queste stupide cene…….non ti pare ?
    Comunque non fa niente, so che a qualcuno fa molto piacere la mia presenza e quindi non si discute, il sacrificio lo farò con tutto il cuore…….ma sono una STACCATA dentro, ok ?

    • Ma che bello! Un’altra staccata dentro!!!
      Sei troppo simpatica Elena carissima, spero che la tua cena importante vada benissimo e che almeno stando seduta la maggior parte del tempo non risentirai delle scarpe eleganti!
      Bacioni a te e Gigi :-)

  • Io non sono mamma ma sono staccata pure io…talmente staccata che quando mi capitano a tiro i tacchi cammino come un’ubriacona allora bevo qualche drink e sembra che uso i tacchi da una vita….
    bacioooooooooo

    • Betty…non ti smentisci mai!!! Sei sempre tu :-) e invece sai che io ti immaginavo bella taccata? Guarda un pò…!!!
      Bacioooooooo anche a te!

  • anche io sono staccatissima! ho messo il banner ma non ho trovato ancora il tempo di scrivere l’articolo ce l’ho tutto in testa ma finché non imparerò a scrivere con la forza del pensiero credo che dovrò trovare il tempo di farlo pigiando la tastiera del pc!

    • Ahahah Angela….mi sa proprio che dovrai scrivere con la tastiera del pc, infatti!!! :-)
      Dai, allora aspetto di leggere il tuo post “staccato” ;-)

  • Simpaticissima questa cosa!
    io invece ho sempre adorato i tacchi anche se li ho sempre trovati scomodi…però, da un po’ di tempo a questa parte, anche io amo essere staccata! i tacchi li ho conservati tutti…ma prediligo ballerine, scarpe da ginnastica e co.
    Quindi molto probabilmente quando sarò mamma anche io sarò una mamma staccata! :D
    Baci Baci

  • ahahahahah
    amante dei tacchi, ma staccata per esigenza.
    Da adolescente, nonostane io sia alta 1.70 portavo dei tacchi vertiginosi.
    Poi ho incontrato mio marito che è alto quanto me…quindi tacchi nel dimenticatoio. Poi l’arrivo delle 3 pesti…non mi ci vedo andare in bici, giocare a palla, oppure a rincorrerci con i tacchi…
    Però, forse….forse basterebbe solo un pò di pratica….quanto mi piacerebbe.
    Va bhè…comunque più per obbligo che per scelta…anche io faccio parte delle mamme staccate….

  • … assolutamente mamma staccata… e chi correva a prendere il treno per lunghi anni di pendolarismo, chi avrebbe osato percorrere ad ampie falcate la strada per la palestra per l’allenamento di karate, chi avrebbe spinto un passeggino a 40 anni con anche 2 cm di tacco? Naaaa, staccata per scelta (con alcune, rare, eccezioni)!
    Cari saluti!!!

  • Mi piace passare di qui, perché mi faccio sempre due risate e assaporo aria di giovinezza.
    Dunque, quando ero giovane e ancora single (un secolo fa’) portavo i tacchi di 10 cm, sì, usavano anche allora, anzi forse il precursore della moda attuale è stata proprio la mia generazione perché intanto le prime minigonne le ho portate anch’io (me lo potevo permettere allora), il primo bikini e il trucco abbastanza evidente, sono stati la nostra rivoluzione della moda. Oddio, che nostalgia! :-) .
    Con i tacchi arrivavo ad un metro e ottanta cm, ma quando mi sono sposata anche il mio “dolce amore” era appena 5 cm. più alto di me e quindi ho abbassato l’altezza dei tacchi, altrimenti lo avrei superato.
    Adesso… beh adesso non sono proprio una nonnetta col bastone e l’artrosi deformante, ma… se proprio non devo andare da qualche parte in abito elegante (comunque sempre col pantalone), preferisco jeans e scarpe da ginnastica o comunque scarpe staccate.

    Sai, Maris, l’importante è stare bene e tu hai scelto davvero la scarpa più comoda.
    Un abbraccio.
    Nadia

    • Grazie Nadia, sono contenta di ciò che mi scrivi!
      Dunque, tu hai “osato” e ti piaceva così, poi ora sei nella fase di “staccaggio” :-)
      Io si, ho proprio scelto la comodità sempre, anche per il mio giorno più bello, perchè come tu dici la cosa importante è sentirsi bene.
      Tanti baci!

  • che bello questo post……riesci a trasformare anche una semplice sfida (tra virgolette”) in un racconto da leggere senza fermarsi mai…….io sono staccata per natura e con i tacchi per “dovere” anche io non raggiungo il metro e sessanta quindi per forza mi devo adeguare ma nella vita di tutti i giorni porto sempre scarpe comode e vesto sportivo alla faccia dei miei molto prossimi 45 anni
    un’abbraccio!

    • Ma grazie, Lilly, sei troppo buona con me!! Sono contenta che ti piaccia leggere ciò che scrivo :-)
      Tu quindi sei una staccata dentro e nella vita di tutti i giorni, ma taccata in certe occasioni per dovere e per ..adeguamento ;-)
      Quante sfumature, non esitono quindi solo due categorie nette e diatinte, staccate e taccate….non ti sembra?
      Un bacione!

      PS: embè? a 45 anni vorresti dire che sei vecchietta? :-) ))

  • Beata te che sei così alta! Se fossi alta anch’io un metro e 76 non spenderei un centesimo per soffrire, ma per mia sfortuna sono “alta” 1 e 62 circa e quindi a volte, quando proprio è indispensabile, mi avventuro con i tacchi, ma i tacchi bassi non mi piacciono: o alti o niente, così non mi accontento di tacchetti portabili ma di tacchi 10, forse anche 12… Tutto questo però solo in rare occasioni e con grande sofferenza…

    • Devo dire proprio che sono fortunata, perchè se fossi stata bassa magari avrei dovuto storto o morto indossare più pesso i tacchi per sentirmi “all’altezza” e avrei sofferto le pene dell’Inferno!!
      Ma lo sai Fru che nel mio immaginario tu eri bella alta? Chissà perchè poi…!
      Ciao nipotina cara :-)

  • Io staccatissima sono, ci ho provato da ragazza ma ho capito presto che l’altezza non fa per me, mi basta la mia ! :o )
    Bacione
    cri

    • “Io staccatissima sono” mi sa di siculo :-) comunque su di te avrei scommesso che la pensavi come me ;-)
      Un bacio grosso grosso, cara Cri!

  • io sono una mamma Birkenstock ;) e ho detto tutto!

    Tempo di sorprese, passa da me che Chiara ha da dirti qualcosa!

    http://un-conventionalmom.blogspot.it/2012/05/il-fortunato-vincitore-e.html

    • Già fatto cara, pochi minuti fa ;-)
      Che meravigliaaaaaaa!!!! Sono felice :-)

      E per il fatto che tu sia una mamma Birkenstock…non mi sorprende, già ti immaginavo così io!
      Un abbraccio a te e alle bimbe belle!

  • Non sono mamma ma tu lo sai maris….mi ci son sposata con le scarpe da ginnastica ahahahahhah

    il problema è che da un paio di mesi (da quando ho niziato a lavorare) devo portare la divisa che prevede: Tacchi!!!! io ho sostuito quelle scarpe scomode con quegli stivaletti che ti feci vedere, ma ora che viene l’estate sto in crisi perchè non so che scarpe mettermi!!!! non amo i sandali quindi alla fine mi toccherà mettermi quelle della divisa….me tapina!!!!

Lascia un Commento