apr 10, 2012 - Ricette di cucina    15 Comments

Liquore al cioccolato

Cara Lilli,

io non sono una gran bevitrice di liquori, di solito mi limito agli amari e poi amo molto il liquore all’anice. Però l’unico liquore home made che io abbia relizzato finora è quello al cioccolato, con ricetta presa dal mitico forum di cucina Gnam Gnam.

In realtà sarebbe più corretto chiamarlo liquore al cacao, perchè non si utilizza il cioccolato ma appunto il cacao amaro, però…una cosa è certa: sembra davvero di bere del budino al cioccolato! E’ un pò cremoso, profumato…troppo buono, ti assicuro :-)

Essendo poco alcolico è adatto anche a chi non beve liquori troppo forti, come me, e poi può essere una simpatica idea regalo: io, ad esempio, ne ho preparato una bottiglia per mio fratello a Natale.

 

400 grammi di zucchero

75 grammi di cacao amaro

mezzo litro di latte intero

150 ml di alcool

 

In una casseruola mescolare lo zucchero e il cacao, pian piano aggiungere il latte mescolando lentamente senza far formare i grumi. A questo punto mettere sul fuoco girando di tanto in tanto finchè non raggiunge il bollore e spegnere. Quando si sarà raffreddato aggiungere l’alcool e trasferire il tutto in una bottiglia.  

Il giorno dopo si può già servire.


 

Io, anche se la ricetta non lo prevedeva espressamente, quando l’ho fatto l’ho sempre tenuto in frigorifero, perchè essendo a base di latte mi è parso più opportuno (anche se poi c’è l’alcool). Senza contare che è molto piacevole bello fresco fresco!

 

ricette,liquore,cacao,cioccolato

Buona bevuta, Lilli!

 

15 Commenti

  • Cara Maris, secondo me hai fatto bene a metterlo in frigo anche se c’è l’alcol. Io in frigo tengo la crema di limoncello (fatta da me) proprio per via del latte. Comunque copierò la tua splendida ricetta: pensa che ogni anno faccio circa 250 chilometri per fare rifornimento di liquore al cioccolato in un posto di montagna della Valle d’Aosta: proverò la tua ricetta, grazie!!!

  • cara Lilli,
    scusa il disturbo, ma Maris viene a propormi quello che i torinesi, come me, bevono dal tempo di Cavour e si chiama “Bicerin”….. e poi scrive che ama l’unica bevanda alcolica che io detesto (l’anice). Per favore dille di provare e di proporre quegli aperitivi che ci fanno amare tutto il mondo (almeno per il tempo che li beviamo…) e abbracciala da parte mia. robi

    • Caro Robi, ho riferito a Maris ciò che mi hai scritto e lei ha detto che il suo amore per il liquore all’anice è troppo grande per dimenticarselo e poi che altri tipi di liquori o aperitivi non è proprio abituata a berli, tra l’altro suo marito è totalmente astemio.
      Però è contenta del tuo abbraccio e lo ricambia con affetto :-)
      Lilli

  • Ciao Maris, buono il liquore al cacao, lo faceva sempre anche la mia mamma.
    Vorrei darti un’altra ricetta casareccia di un liquore che io tengo nel freezer: l’arancello fatto da me…

    - la scorza (tolta con il pelapatate) di 8 arance (non devi pelare la parte bianca della buccia)
    - 1 lt. di alcool
    1 Kg. di zucchero
    1 lt e 1/2 di acqua

    Mettere le scorzette e l’alcool in un barattolo a chiusura ermetica e tenere in fusione per 45 giorni. Ogni tanto agitare.
    Poi, sciogliere in una pentola lo zucchero nell’acqua calda e aggiungere l’alcool con le scorzette delle arance, mescolare e filtrare nelle bottiglie.
    Praticamente è il solito sistema per fare il limoncello, ma l’arancello è quasi più buono. La bottiglia da servire, va tenuta nel freezer.

    Ottimo come digestivo! :-) )))
    Grazie del passaggio, ciao, buonanotte.
    Nadia

  • Anch’io normalmente non bevo…però questa delizia la assaggerei volentieri!
    Baci baci

  • chissà che bontà, penso spesso alla preparazione di liquori.. ma tutto ciò rimane solo un pensiero: giuro che ci provo (appena trovo una bottiglia di alcool in offerta!^__^). Ma la durata del prodotto? pensavo al fatto che ci sia il latte, anche se l’alcool è conservante… hai esperienza a riguardo?

    baci

    p.s. spero che tu abbia trascorso una buona e serena pasqua! io l’ho trascorsa da mia suocera e sono stata molto bene, ma non ho avuto un attimo per accedere il pc e per farti gli auguri!

    • Terry cara, anche io non ti ho scritto ma non mi sono scordata di te, sai? Spero tu stia bene :-)
      Per la conservazione del liquore a cioccolato direi che io l’ho tenuto al massimo un mesetto in frigo prima che finisse (ne ho riempito sempre una bottiglia da 750 ml più un altro pò al di fuori) ed era ancora buono. Oltre quel tempo non so dirti, purtroppo…

  • Ho già provato a lascarti un commento, ma non ci riesco!! Ottimo suggerimento questo!

  • Che buon suggerimeno! Anch’io non amo molto gli alcolici, ma quelli di questo tipo mi attirano sempre!

    • Alla fine arrivano i commenti, ma un pò in ritardo, vedi Tamara? meglio così .-)
      Sono contenta che ti piaccia il suggerimento, tienilo presente se vuoi fare un dono home made o se vuoi gustare tu stessa un liquore poco forte ma piacevolissimo e profumato!

  • interessante cara maris proverò, grazie per la dritta

Lascia un Commento