dic 19, 2011 - Ricette di cucina    14 Comments

Struffoli “del suocero”

Cara Lilli,

ora che è tempo di Feste Natalizie qui in Campania si usa preparare gli struffoli, dolcetti deliziosi della nostra tradizione che io sempre apprezzato e gustato ma che non avevo mai preparato di persona fino a quando non mi sono sposata: nelle Feste 2006/2007 ho deciso di provare a farli soprattutto per fare piacere a mio suocero che ne è molto goloso e che da tempo desiderava mangiarli di nuovo come li preparava la sua mamma e cioè con una variante rispetto alle ricette più diffuse, perchè questa non prevede il miele per “incollare” tra di loro gli struffoli bensì lo zucchero.

Non vi dico la faccia mio suocero quando gli feci per la prima volta la sorpresa portando in tavola un bellissimo vassoio di struffoli con lo zucchero!! Era raggiante e anche un pò commosso, a dire il vero :-)

Eccoti gli ingredienti, Lilli:

- farina gr.500
- uova 3 intere + 3 tuorli
- zucchero gr.100
- burro gr. 70
- sale 1 pizzico
- bicarbonato 1 cucchiaino da caffè
- vanillina 1 bustina
- aroma di rum 1 fialetta

x friggere:
- olio di arachidi o di girasole

x guarnire:
- zucchero gr. 250 ca.
- acqua q.b.
- diavolini
- canditi
- confettini all’anice

Su una spianatoia impastare la farina con tutti gli ingredienti. Lavorare bene l’impasto. Una volta che è diventato compatto e non appiccicoso (se serve si aggiunge un altro pò di farina) si lascia riposare per 1 ora lontano da correnti d’aria.
Dopo tale tempo, si formano tanti rotolini di pasta spessi un dito e si tagliano a tocchetti lunghi circa 1 centimetro (tenendo conto che nel friggere aumentano di volume).
Mettere a scaldare abbondante olio in una padella e friggere gli struffoli (io consiglio non troppi alla volta) togliendoli dopo uno/due minuti se no rischiano di bruciare e poi metterli ad asciugare su carta assorbente.
A questo punto mettere lo zucchero a sciogliere sul fuoco in una capiente casseruola con poca acqua. Appena si liquefa, prima che si caramelli versarci gli struffoli, spegnere il fuoco e girare rapidamente.
Porre infine gli struffoli “zuccherati” in un piatto da portata o un vassoio e guarnirli con canditi, diavolini e confettini all’anice.

Ed ecco qui un vassoio di struffoli pronti per essere mangiati, magari ”pizzicandoli” con le dita…che forse è un modo poco elegante ma tanto tanto simpatico di gustarli ;-)

 

ricette,dolci,dolci natalizi

E se si vuole ottenere un effetto “neve” più accentuato (io una volta l’ho fatto) basta abbondare con lo zucchero e si avrà un risultato così:

ricette,dolci,dolci natalizi

Buon appetito, Lilli!

 

14 Commenti

  • Hai fatto davvero un bel gesto per tuo suocero :)
    io non liho mai fatti perchè mio marito odia il miele chissà magari con lo zucchero posso cimentarmici anche io :D

    • Grazie Chanina, in effetti ogni Natale lo faccio molto felice :-)
      E faccio felice anche tutti gli altri (me compresa) perchè gli struffoli devo dire che mi vengono davvero bene e sono saporiti e sfiziosi ;-)
      Prova magari con lo zucchero per tuo marito….forse gli piaceranno!

  • li voglioooooooo!!! Gnam Gnam Maris… che bello, sono felice di quando arriva Natale proprio per magiare questo dolce! pensa che è pochi anni che ho avuto il piacere di gustarli, perchè non essendo un dolce tipoco lombardo e soprattutto pugliese (origine della famiglia di mia madre) e non essendo loro portati al culto del dolce, per tradizione non li abbiamo mai avuti… tranne quei pochissimi natali che ero dai miei nonni paterni o la mamma del mio ex aveva la buona pazienza di prepararli… Ora da tre anni a questa parte, grazie a vesevo, me ne faccio una pancia!”!! devo provare a farli ;) !

    • Eheheh immagino che a casa della famiglia di Vesevo rispettino le tradizioni e così tu ne approfitti :-)
      Brava, fanne una bella scorpacciata e se vuoi prova a farli anche tu stessa, se preferisci il miele puoi comunque seguire la mia ricetta se ti va solo sostituendo lo zucchero finale con il miele ;-)

  • Li conosco li consco ma non li ho mai mangiati!! sarà perchè non amo cucinare il fritto, ma questi struffoli fanno subito allegria!! innevati poi fanno tanto Natale!! complimenti!! un bacione…te ne rubo uno!!

    • Prego rubane quanti ne vuoi Erika :-)
      Lo so che non ami i fritti, ma se li fai bene questi dolcetti e li asciughi bene benino non sanno di olio e sono piacevolissimi da mangiare!

  • Buoni gli struffoli! con lo zucchero però mai provati!

  • Eh no…mi hai “rubato il post”.. :)
    Mia mamma era bravissima a farli e prima di arrivare volevo fare una sorpresa a papà e farli…..speriamo che ci riesca….Un bacio

  • ciao Maris,
    nella versione con miele li assaporo tutti gli anni a Natale, preparati da mia suocera brindisina. Sono peggio delle ciliegie…..
    Fra qualche giorno le farò presente anche la tua variante. robi

  • Sono molto buoni,
    sai che li ho mangiati due sere fa a casa di una mia amica originaria di Napoli?
    Però se devo essere sincera li preferisco al miele…
    gnammete gnammete!
    :)

    • Ti dirò Betty che anche io li preferisco col miele, ma per la gioia di mio suocero li faccio oramai sempre con lo zucchero ;-)

Lascia un Commento